20.000 nuove specie viventi scoperte solo nell’ultimo anno, ecco le migliori

di Erika Facciolla del 28 gennaio 2014

Ogni anno università, associazioni animaliste e centri di ricerca di tutto il mondo aggiornano la lista delle specie viventi più curiose e interessanti identificate durante un intero anno di studi.

GUARDA LE FOTO DI QUESTE NUOVE SPECIE ANIMALI!

Guarda le foto

E ogni volta, la sorpresa è grande di fronte alle bizzarre creature di cui fino al giorno prima si ignorava l’esistenza. Si va dagli scarafaggi fosforescenti, ai pipistrelli diabolici, passando per le spugne carnivore e le violette lillipuziane, fino ad arrivare a rane canterine e lucertole a due zampe.

Insomma, a leggere questi elenchi c’è da strabuzzare gli occhi. Basti pensare che solo tra il 2011 e il 2012 gli scienziati hanno isolato centinaia di nuove specie viventi in diverse regioni del Mondo e lo stesso WWF ha pubblicato un rapporto dettagliato sull’argomento per promuovere azioni di tutela mirate ed efficaci.

LEGGI ANCHE: Natura incredibile, alcuni animali… trasparenti!

Nel complesso sono ben 20.000 le creature finora sconosciute a cui i ricercatori hanno dato un volto e un nome. Ecco le più interessanti del 2013.

  • Si chiamano ‘bagana musaei’ e sono pesci completamente ciechi appartenenti alla famiglia delle carpe, lunghi appena 7 cm. Popolano gli anfratti più profondi del bacino del fiume Xe Bagfai, in Laos. La particolarità di questo pesce è di non aver bisogno degli occhi e delle pinne. Infatti, invece di nuotare.. scava! Ebbene sì, il bangana scava dei tunnel sotterranei lunghi fino a 7 km all’interno delle rocce di calcare carsico e ama vivere nelle oscure ‘Grotte des Nuages’ e di ‘Tham Pong’.
  • Il suo colore verde brillante e gli occhi rosso rubino gli sono valsi l’appellativo di ruby eyed pit viper (la vipera dagli occhi color rubino). Pochissimi esemplari di questa splendida specie di vipera popolano le foreste vicino a Ho Chi Minh City (Vietnam) dove il rischio ambientale negli ultimi anni è sempre più incombente.

SCOPRI: Lo squalo che diventa invisibile

  • Dire che sia in grado di camminare è forse un po’ azzardato, ma di sicuro questo pesce-gatto ha sviluppato una capacità motoria che lo rende a dir poco speciale rispetto ai suoi simili. Il suo nome scientifico è ‘clarias gracilentus’ ma è stato già ribattezzato walking catfish (il pesce-gatto camminatore) poiché utilizza le sue pinne pettorali per mantenere una posizione perfettamente eretta e dimenarsi in avanti e indietro con movimenti simili ai serpenti.  Il curioso pesce abita le acque dolci del delta del fiume Mekong (Indocina) e si diverte a spaventare le sue prede (o i suoi predatori) con la  sua singolare ‘camminata’.
  • Gli uccelli cinguettano, i cani abbaiano, i gatti miagolano e le rane… cantano! No, non è una burla ma lo straordinario comportamento che la gracixalus quangi adotta durante la stagione degli accoppiamenti per attirare le femmine. La raganella canterina abita gli acquitrini delle foreste  del Vietnam settentrionale e pare che durante il corteggiamento intoni ogni volta una melodia diversa, dolce e soave, del tutto simile al canto di un usignolo.

GUARDA LE FOTO DI QUESTE NUOVE SPECIE ANIMALI!

 

Guarda le foto

  •  Non incanterà con le dolci note delle sue melodie,  ma il suo sguardo è altrettanto accattivante. La raganella ‘yin yang’ (leptobrachium leucops)  vive sull’altopiano di Langbian, a sud del Vietnam, e i suoi bellissimi occhi neri e bianchi sono unici nel suo genere. Oltre a questo, la sua incredibile adattabilità anche agli ambienti più ostili la porta a vivere ad altitudini alquanto elevate per una rana (1.900 metri sul livello del mare) e nonostante le sue misure ridotte (3-4 cm) dimostra di amare le umidissime e ostili paludi della foresta vietnamita.
  • Le sue squame sembrano dipinte con tutti i colori dell’arcobaleno e nonostante non superi i 20 mm di lunghezza riesce ad abbagliare con una luminescenza che lo rende ben visibile nelle oscure acque del fiume Tapi, in Thailandia. Il suo nome, non a caso, è borarus nevo, dove la parola latina ‘nevo’ indica la macchia colorata che questo pesciolino in miniatura presenta sul dorso.
  • Sguardo inquietante, denti aguzzi ed espressione diabolica: non è il ritratto di Belzebù ma l’aspetto di una nuova specie di pipistrello Murina scoperto in una riserva naturale vietnamita. Malgrado il suo aspetto, questo pipistrello è a rischio estinzione.

LO SAPEVI? L’insetto più strano del mondo è brasiliano

  • Chiudiamo questa carrellata con la scoperta di una meravigliosa varietà di orchidee, vale a dire la thick-spiked coelogyne orchid, nativa delle foreste tailandesi  e caratterizzata da una purezza e un’eleganza di rara bellezza. Il simbolo di una biodiversità così ricca di creature ancora straordinarie e ignote che l’uomo dovrebbe proteggere come fossero il suo tesoro più prezioso.

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *