A gennaio negli USA la nuova capacità energetica proviene al 100% da rinnovabili

di Alessia del 5 aprile 2013

Un dato interessante e davvero sorprendente emerge dal primo report dell’anno della FERC (Federal Energy Regulatory Commission), l’equivalente del Dipartimento per l’Energia degli Stati Uniti: a Gennaio 2013, infatti, la nuova capacità elettrica installata negli Stati Uniti è interamente rinnovabile. Si, al 100%, non una virgola di meno.

Nel primo mese dell’anno, infatti, la nuova capacità elettrica installata negli Stati Uniti è provenuta al 77,8% dall’energia eolica, al 21% dal solare ed allo 0,5% dalle biomasse.

La capacità di Gennaio 2013 è pari a 1.231 megawatt: sono completamente puliti e non vanno ad intaccare le riserve naturali.

I dati relativi alla nuova capacità elettrica installata negli USA a Gennaio di quest’anno sono a maggior ragione positivi se paragonati a quelli dello scorso Gennaio 2012.
La nuova capacità elettrica in quel mese aveva visto un contributo dell’energia eolica pari al 16,3%, delle biomasse al 2,2% e del solare per 6,9%; tutto il restante era derivato dall’uso di combustibili fossili.

Non solo, nel corso del 2012, sempre secondo dati FERC, circa la metà della nuova capacità energetica aggiunta era stata prodotta grazie alle rinnovabili.

Nell’Energy Infrastructure Update, il report di FERC, viene specificato che la nuova capacità elettrica proveniente da energia eolica e solare aggiunta nel primo mese del 2013 è stata superiore in termini assoluti alla capacità elettrica apportata da centrali a carbone e a gas naturale nell’anno scorso.

Si tratta di un nuovo trend? Non è detto, dato che le variazioni nell’infrastruttura energetica di un paese vanno analizzate prendendo in considerazione periodi temporali più estesi, ma è certo che a prima vista questa fotografia possa essere considerata promettente.

Gli USA sono e rimangono uno dei paesi più “energivori” del mondo ed il loro impegno sul fronte rinnovabili è fondamentale per la crescita dell’industria e la realizzazione di un futuro energetico pulito.

Se ti è interessato questo articolo, leggi anche:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *