A Oslo la spazzatura non basta: via alle importazioni dagli altri Paesi!

di Annalaura del 8 giugno 2013

I Paesi del Nord Europa sono sicuramente un esempio di utilizzo efficiente delle risorse per la produzione di energia e di ottima gestione dell’intero sistema di raccolta rifiuti. Chi l’avrebbe mai detto che un giorno in Norvegia tutto ciò avrebbe causato dei problemi?

Circa metà della città di Oslo viene rifornita di calore ed energia elettrica da un cogeneratore alimentato dai rifiuti. Il fatto è che i cittadini non ne producono abbastanza: il riciclo e le campagne contro lo spreco funzionano così bene che la spazzatura sta diminuendo velocemente, fin troppo.

Quindi per non lasciare gli abitanti della capitale al buio e al freddo, si è deciso di importare la spazzatura da altri Paesi, come Svezia e Inghilterra, in cui invece lo smaltimento non è così efficace. Questa scelta assicurerà l’alimentazione necessaria all’impianto, ma porta con sé diversi interrogativi.

FOCUS: il problema della Svezia? Non produce abbastanza spazzatura…

La Norvegia può tenere sotto controllo solo la qualità della propria spazzatura da bruciare, mentre di quella importata non può conoscere esattamente il contenuto. Non è possibile quindi garantire che le emissioni non siano dannose per la salute dell’uomo.

Inoltre, il trasporto dei carichi si effettua via terra e principalmente via mare, con un conseguente incremento del traffico e dell’inquinamento. Devono essere quindi considerati anche gli effetti indiretti delle importazioni a carico dell’ambiente.

In tante nazioni, sia nel Nord Europa che altrove, si stanno costruendo nuovi inceneritori e cogeneratori. Viene però da chiedersi quanto siano realmente utili: spesso, capita, come in questo caso, che i rifiuti utilizzabili da questi impianti non sono in quantità tali da garantirne il funzionamento a pieno regime.

Per risolvere l’emergenza le importazioni possono essere una soluzione, ma a lungo termine vanno riconsiderati numero e dimensioni dei cogeneratori. Se infatti se ne costruiscono più del necessario si rischia di arrivare alla situazione paradossale in cui sul pianeta non ci sarà abbastanza spazzatura!

Leggi anche:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *