Abbronzanti efficaci? Quelli da bere ma sarà vero…

di La Ica del 24 giugno 2014

Un’azienda americana ha dichiarato di aver scoperto che gli abbronzanti efficaci sono quelli da bere. Si, proprio così, si tratta di una ‘bevanda’ che di fatto è un neutralizzatore di raggi UV, ovvero è costituita da una sostanza che dovrebbe distruggere gli effetti nocivi causati dai raggi UVA ed UVB, semplicemente isolandone i raggi.

Le creme con filtro chimico ad oggi esistenti, non neutralizzano  i raggi nocivi del sole, li riflettono; ecco perché si dice che vadano ripassati ogni due ore sulla pelle, perché i raggi del sole li degradano, facendo loro perdere effetti e proprietà.

Il problema, è che queste creme solari da bere non sono ancora state approvate dalla FDA, ovvero la Food and Drug Administration, l’organismo che in America controlla e approva i farmaci prima della loro distribuzione. L’azienda dichiara che i neutralizzatori agiscano vibrando sotto la superficie della pelle, isolando così gli effetti nocivi dei raggi UV tramite le loro frequenze, e aiutando invece ad aumentare nel frattempo l’abbronzatura. Di questa combinazione di acque che vibrano a differenti frequenze, si raccomanda di prenderne 2 ml ogni 4 ore, per una protezione equivalente ad un SPF 30 e una neutrlizzazione del 97% di raggi UVA ed UV.

POTREBBE INTERESSARTI: Alimenti ricchi di beta-carotene per aumentare l’abbronzatura

 

I prodotti di Harmonized Water, questo il nome, sono a base di acqua ionizzata ovvero alcalina. Questo, a quanto pare, dovrebbe avere effetti benefici sull’invecchiamento della pelle e sul resto del corpo tutto; in quanto l’acidità dell’acqua modificata, per così dire, dovrebbe rimettere in equilibrio il corpo bistrattato da zuccheri, diete non bilanciate e stress.

Siete scettici? Anche noi, e avete tutte le ragioni di esserlo. Innanzitutto perché non sono stati effettuati test, né indipendenti né clinici, sul prodotto; l’acqua è stata solo testata all’interno dell’azienda su una cinquantina di persone, prima di essere immessa sul mercato. Vi fidereste?

LEGGI I COME Abbronzarsi con metodi naturali

Il prodotto, costa solo $30 (circa 25 euro) ma non vale la pena tentare, se prima non se ne siano conosciute e approfondite le conseguenze; è a questo che servono i test clinici.

Nel frattempo, noi di Tuttogreen vi consigliamo di ingerire soltanto cibi e bevande di cui conoscete origine e provenienza, magari di quelli che proteggano e rafforzino l’abbronzatura, come quelli a base di beta-carotene. E per proteggervi dal sole usate i filtri fisici.

SCOPRI ANCHE: Cura del corpo con le piante di Tahiti: tamanu, noni e monoi

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *