Acetosa: cos’è, proprietà e come utilizzarla in cucina

by Salvo on 20 aprile 2016

Scopriamo l’acetosa: una pianta erbacea che possiamo raccogliere anche nella stagione fredda, le cui foglie dal caratteristico sapore agro si prestano a svariati usi in cucina.

L’acetosa o anche acetosella francese (in latino Rumex acetosa) è una pianta molto comune in Italia, facile da trovare e raccogliere. Si presenta con foglie di colore verde intenso: ricca di acqua, leggermente acidula, ricca di vitamina C e ferro e altre sostanze che le donano un gusto piacevolmente agro.

Si tratta di una pianta perenne: si semina in primavera e può produrre diversi raccolti durante l’anno, anche se coltivata in contenitori.

Proprietà dell’acetosa

Questa pianta vanta proprietà astringenti, diuretiche e refrigeranti tanto da essere impiegata anche per preparare una bevanda utile per la febbre. Come rimedio omeopatico, le sue radici si prestano per la cura crampi e come rimedio naturale per il mal di gola.
A livello di proprietà nutritive, si segnala in particolare un buon apporto di Vitamina C.

Acetosa ricette e utilizzi in cucina

In cucina, si presta ad essere impiegata in varie preparazioni: oltre ad essere mangiata cruda, in insalata, è ottima anche saltata in padella insieme a verdure verdi come spinaci o erbette.

Non solo, le foglie di acetosa cotte sono un buon complemento per i minestroni di verdura, nelle frittate oppure ancora come contorno per carni e pesce.

Volendo, si possono cucinare anche i giovani steli, oppure possono essere mangiati crudi nelle misticanze dove aggiungono quel tocco agrumato talmente piacevole da poter rinunciare all’uso dell’aceto o del limone.

acetosa

Acetosa: che proprietà possiede e come consumarla

Di seguito, vi suggerisco un’idea semplice e veloce per utilizzare l’acetosa, che, come detto, si presta a varie preparazioni, anche dolci.

Bonus tip: sorbetto all’acetosa

Versa in un pentolino 2 cucchiai di acqua e a fuoco dolce fai sciogliere 25 g di miele di acacia e 25 g di zucchero. Con l’aiuto di una centrifuga estrai  50 ml di succo non solo dalle foglie ma anche dagli steli di acetosa. Frulla 200 g di cetrioli sbucciati insieme allo sciroppo freddo e al succo di acetosa.

Versa il tutto nella gelatiera e manteca fino ad ottenere il sorbetto. Potete servire questo sorbetto per accompagnare le insalate o anche come rinfrescante a fine pasto… i vostri amici non potranno che farvi i complimenti!

Leggi anche:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *