Alle foce del Tamigi apre il più grande impianto eolico offshore

di Martina Pugno del 2 agosto 2013

175 nuove turbine offshore hanno iniziato a fornire energia pulita alla città di Londra: questo è il numero delle strutture che fanno parte del London Array, il più grande impianto eolico al mondo appena inaugurato al largo dell’Oceano Atlantico.

Posizionate all’estuario del Tamigi dalle compagnie Dong Energy, E On e Masdar, le turbine sono in realtà in piena funzione già da aprile, ma sono state ufficialmente inaugurate soltanto pochi giorni fa dal Primo Ministro David Cameron.

SCOPRI ANCHE: Idea giapponese: il parco eolico fatto da lenti giganti e galleggianti

Il sistema eolico rientra in un più vasto progetto di conversione della produzione di energia: l’obiettivo è quello di eliminare completamente l’uso di combustibili fossili per la produzione di energia elettrica entro il 2030.

Attualmente le turbine sono in grado di rispondere al fabbisogno di circa mezzo milione di famiglie, riducendo la produzione di CO2 di ben 925.000 tonnellate l’anno. Posizionate a circa 20 km dalla costa del Kent, le turbine sono alte 120 metri l’una e sono accompagnate da due stazioni una al largo e una sulla terraferma.

Questo piano, che vuole contrastare in modo deciso i cambiamenti climatici in corso nel mondo, prevede la realizzazione, nei prossimi anni, di un ulteriore impianto eolico da 15 GW, che andranno ad aggiungersi ai 3 GW attualmente già prodotti dagli impianti offshore già in funzione. Le previsioni di rientro economico per l’investimento affrontato, pari a circa 2 miliardi di euro, sono di un decennio.

E QUESTO LO CONSOCI? In Scozia il primo parco eolico sottomarino con turbine installate a 30 mt di profondità

L’entrata in funzione ufficiale di questo ambizioso progetto apre le porte alla realizzazione di nuovi impianti e di una produzione sempre più massiccia di energia “pulita” per la città di Londra.

Con l’inaugurazione dell’impianto il Primo Ministro ha voluto dare anche un preciso messaggio politico ai suoi oppositori e a tutti i londinesi: il Governo britannico si muove spedito nella direzione delle risorse rinnovabili, nonostante le riserve da parte di alcuni detrattori ed avversari politici.

Del resto, i cambiamenti climatici non possono più aspettare…

LEGGI ANCHE: La Spagna punta tutto sull’eolico

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *