Anche Amsterdam si lancia con gli scooter elettrici

di Erika Facciolla del 18 gennaio 2013

Mobilità sostenibile anche in città? La risposta che arriva dall’Olanda è un sì che giunge forte e chiaro soprattutto alle orecchie degli abitanti di Amsterdam che in questi giorni hanno iniziato a familiarizzare con i nuovissimi ‘taxi scooter’ elettrici a impatto zero.

SPECIALE: Scooter elettrici 2016, il listino completo

La produzione di questi innovatici mezzi di trasporto è stata affidata al consorzio Hopper che ha già messo in circolazione 100 mezzi elettrici che andranno ad integrare il già efficientissimo sistema di Bike Sharing olandese.

L’idea del taxi scooter è frutto della creatività del giovane Ruben Beugels il cui desiderio di trovare un’alternativa alla bicicletta che fosse più efficiente nel traffico cittadino ma altrettanto sostenibile per l’ambiente è stata accolta con entusiasmo da Comune di Amsterdam e dalle Ferrovie dello Stato che hanno cofinanziato il progetto pilota dell’eco-taxi.

Sugli scooter elettrici, leggi anche:

I cento mezzi a disposizione sono scooter elettrici dall’inconfondibile e vivace colore verde capaci di raggiungere la velocità di 25km/h in città. Il motore elettrico di cui sono dotati  ha un’autonomia di 130 km ed è provvisto di GPS. Il servizio taxi scooter è prenotabile via smartphone tramite un’applicazione dedicata, dal proprio Pc o via telefono. Comunicata l’ora dell’appuntamento un efficiente autista sarà pronto ad accompagnare il cliente nel luogo desiderato e andare a riprenderlo all’ora stabilita districandosi agevolmente nel traffico cittadino.

Una nuova forma di trasporto pubblico a costi contenuti (2.50 euro tariffa forfettaria per corsa) che farà la felicità anche di abitanti e  turisti  e che entro il 2013 sarà estesa ad altre città olandesi come Rotterdam, Aia e Utrecht. Resta da augurarsi che idee come queste valichino i confini nazionali approdando anche in Italia…

Su Amsterdam, ti consigliamo anche:

{ 1 comment… read it below or add one }

De Carlo Vincenzo luglio 15, 2014 alle 10:31 am

Siamo depositari del brevetto internazionale “DCV- Dispositivo Cavalletti Variabili” “The First in The World – Intelligent Motorcycle Stand” vistabile sui siti: http://www.dcvabi.com ; http://www.centrosviluppoinnovazioni.com .
Disponiamo di prototipi funzionali per modelli (piccoli 50-150cc medi 150-400cc grandi 400cc e oltre con ogni tipo di alimentazione ma adattabile sopratutto su veicoli elettrici).
Il dispositivo è applicabile in retrofittatura su tutti i motocicli del parco circolante (in particolare sui motoveicoli “Delivery” – Poste, Pony express, speedyTaxi, Trasporto medicinali, Pronto pizza etc…), più rispondenti alla praticità di uso quotidiano, consente inoltre di sviluppare nuovi modelli con dispositivo integrato nelle plastiche delle carene sino allo sviluppo dell’autoveicolo più piccolo al mondo “ABI- Autoveicolo Bi ruote – Bi posto”, in rispondenza alle sempre maggiori esigenze di “confort e sicurezza” che il mercato richiede, nel sito del contro sviluppo innovazioni link “Sviluppo” vi sono interessanti video dimostrativi, oltre che su you tube. Considerato l’alto numero di potenziali applicazioni sui mercati internazionali, siamo in avviamento del marketing tecnico/commerciale, alla ricerca di partner e aziende con capacità omologative e risorse finanziarie atte all sviluppo applicativo del brevetto ed altre soluzioni da noi studiate e brevettate ad oggi in fase di avanzato studio / ricerca. Qual’ora di suo particolare interesse, o nel suo interland di conoscenze tecniche/commerciali, possano emergere aziende o imprenditori interessati, è gradito un incontro presso ns. o Vs. sede nel meglio riflettere tutte le innovative opportunità di sinergiche collaborazioni che si possono intraprendere.
Cordiali saluti

Rispondi

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *