Arriva un drone per controllare l’inquinamento

di Marco Grilli del 6 febbraio 2014

Gli aeromobili a controllo remoto, meglio conosciuti come droni, sono quei velivoli senza pilota, spesso agli onori della cronaca -e delle critiche- per la lotta al terrorismo condotta dagli Stati Uniti.Fortunatamente, questi mezzi tecnologici non sono impiegati solo per fini militari, ma anche per tutta una serie di funzioni che vanno dal monitoraggio dell’ordine pubblico all’aerofotogrammetria e rilievo dell’architettura, dal controllo degli impianti industriali alle operazioni di ricerca e soccorso, per arrivare alle applicazioni in campo agricolo (ad esempio le disinfestazioni) ed al monitoraggio della fauna e della biodiversità.

GUARDA: Il rapace che ruba la videocamera e filma la colonia di pinguini

D’ora in avanti, poi, i droni svolgeranno anche un altro importante compito: il monitoraggio dell’inquinamento atmosferico. All’inizio dell’anno, infatti, l’azienda italiana Helica ha consegnato al Ministero dell’Ambiente i primi esemplari di campionatore fumi/inquinanti per drone.

In pratica, questi velivoli sono dotati di un apparato elettro-meccanico estremamente leggero, che aspira aria e fumi direttamente dalle ciminiere o dalle aree inquinate, riuscendo velocemente a rilevare le sostanze inquinanti.

LO SAPEVI? In arrivo carburante per aerei a base di grasso di pollo

Un vero successo per il made in Italy, poiché il sistema è stato interamente progettato e prodotto da un’azienda italiana.

Per mezzo di questo nuovo strumento altamente tecnologico, le forze dell’ordine o gli altri enti deputati alla tutela ambientale saranno in grado di misurare in tempo reale l’inquinamento atmosferico, specialmente nei casi di emergenza o negli interventi non pianificati. Il dispositivo, inoltre, integra una telecamera e permette anche di rilevare la temperatura e la pressione atmosferica.

LEGGI ANCHE: Un nuovo mezzo eco-sostenibile all’orizzonte: il treno-aereo elettrico

Intanto, l’azienda friulana ha già portato a termine la mappatura dall’alto di tutto il territorio della Provincia di Trento, tramite la realizzazione di una mappa tridimensionale, multifunzionale e ad alta risoluzione, che contiene tutta una serie di informazioni rilevanti per la gestione, pianificazione e messa in sicurezza del territorio.

La crisi imperversa ancora, senza però impedire al made in Italy di qualità di continuare a farsi apprezzare nel mondo.

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *