Astragalo, proprietà e utilizzi

by Elle on 24 gennaio 2016

Tra le tante piante da poter usare in fitoterapia, un posto importante è occupato dall’astragalo, anche se è poco conosciuta. Vediamone i benefici e gli utilizzi.

L’astragalo (nome scientifico astragalus membranaceus) è una pianta perenne di cui si raccolgono in primavera le radici in cui sono concentrati i principi attivi.

L’astragalo è una pianta leguminosa di origine orientale, diffusa in tutte le aree temperate dell’emisfero boreale.

Molto utilizzato in Cina (con il nome di huang qi) come rimedio per lo stress fisico e mentale, recenti studi ne dimostrano l’efficacia nella prevenzione delle malattie cardiovascolari, e risulterebbe valido anche nella cura del cancro e del diabete, grazie al suo principio attivo, l’astragaloside.

Le virtù terapeutiche dell’astragalo erano note e sfruttate fin dall’antichità sia nell’arte medica europea che nella medicina tradizionale cinese in cui era riconosciuta come pianta immunostimolante.

In quest’ambito l’astragalo è ancora oggi utilizzato per la sua azione tonificante e rafforzante dell’energia vitale.

Vediamole più in dettaglio.

Astragalo, le proprietà

Le radici di astragalo sono la parte più ricca dei principi attivi, isoflavoni, polisaccaridi e flavonoidi, che gli conferiscono proprietà antinfiammatorie e immunostimolanti, e lo rendono adatto alla cura delle malattie respiratorie stagionali,per l’influenza e il raffreddore.

Alla concentrazione di saponine nella radici di questa pianta, invece, si deve l’azione protettrice del fegato, contro gli effetti dannosi di sostanze chimiche o tossiche.

L’astragalo, inoltre, sembra poter essere un rimedio anche contro la stanchezza e l’affaticamento grazie alle sue proprietà adattogene che favoriscono la crescita, il metabolismo e la longevità cellulare consentendo una maggiore capacità di tolleranza allo stress.

Infine le virtù terapeutiche di questa pianta si estendono anche all’apparato cardiovascolare per merito della capacità cardiotonica in grado di ridurre la pressione arteriosa, rivelandosi utile in caso di ipertensione o angina pectoris.

Astragalo, proprietà e utilizzi

Astragalo, proprietà e utilizzi di una radice molto conosciuta nella medicina popolare cinese

Astragalo, gli utilizzi

Di fatto, l’astragalo, grazie proprio alla presenza dei polisaccaridi, è impiegato per la sua azione antivirale, per cui rappresenta un ottimo alleato contro virus alla base dei più comuni malanni stagionali come febbre, raffreddore e e tosse, ma anche di patologie più gravi come l’epatite B. E’ proprio l’astragaloside ad agire sui danni cardiaci, epatici e intestinali. Per questo potrete preparare un infuso di radice di astragalo da dolcificare con miele.

Si può assumere in capsule quando viene preso come integratore, ed in fitoterapia come estratto secco, tintura madre o decotto quando viene usato come tonico e stimolante, specie in associazione con il ginseng e la liquirizia per rafforzare la sua azione antistress. Un decotto stimolante da prendere 2 volte al giorno prevede:

  • 60 gr di radice di ginseng
  • 20 gr di radice di astragalo
  • 20 gr di radice di liquirizia

Preparazione. Fate bollire 1 litro d’acqua con 40 gr di questa miscela per 10 minuti.

shutterstock_280677248


Astragalo, radice o fiori secchi da utilizzare in caso di ansia e stress in decotto in compresse

Astragalo, le controindicazioni

Fate attenzione all’interazione con gli altri farmaci, specie se immunostimolanti o antivirali. E’ importante consultare sempre un medico o uno fitoterapista prima di assumere questa pianta, che in alcuni casi può causare emorragie, pressione bassa, stanchezza e senso di vertigine. E’ inoltre da evitare in gravidanza e durante l’allattamento.

Le dosi di assunzione normalmente consigliate sono pari a: 250 -500 mg di estratto secco di Astragalo per quattro volte al giorno, da 1 a 30 grammi di radice secca per decotto, da 20 a 50 gocce di tintura madre di Astragalo per due volte al giorno.

L’assunzione dell’astragalo è indicata invece per i bambini sotto i 12 anni di età e non sono noti effetti collaterali dovuti all’interazione con farmaci se non nei casi sopraindicati.

Immagini via Shutterstock

Scopri anche le proprietà di queste altre piante della salute:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *