Aumenta il volume dei capelli sottili con lo shampoo alla pipì di mucca…

di Luca Scialò del 2 luglio 2015

Urina di mucca come shampoo alla pipì di mucca, volumizzante per capelli sfibrati: una stramberia della moda o una cosa seria?

Il mondo della cosmesi sembra stia tornando indietro di secoli, quando non esistevano ancora prodotti sintetici e chimici realizzati in laboratorio, e si usavano solo quelli naturali. Già perché dopo il lancio della bava di lumaca come rimedio per avere la pelle del viso morbida, dopo la torba ‘miracolosa’ del lago celtico, adesso si parla di curare i capelli grazie all’urina di mucca.

A scoprirlo alcune ricerche portate avanti da un gruppo di sei studenti provenienti dall’Università di Reykjavik, in Islanda. A loro è bastato solo rispolverare una vecchia usanza delle donne poco agiate dell’isola: in passato il sapone era un prodotto di lusso, motivo per cui molte di loro, al fine di sfoggiare una chioma voluminosa, aggiungevano dell’urina di mucca all’acqua utilizzata per lavarsi i capelli.

L’effetto pare essere sorprendente: la capigliatura verrebbe nutrita e rigenerata grazie alla ricca presenza di vitamine e minerali. Dunque non sarebbe positiva solo per fattori estetici.

Il prodotto, noto come Q Shampoo, là dove ‘Q’ ha un suono simile alla parola islandese “ku” che significa appunto ‘mucca’, è 100% organico, senza ingredienti artificiali o sottoprodotti dannosi. Viene realizzato con l’aggiunta di olio di cocco e di girasole, ed è profumato per non lasciare uno sgradevole odore di urina.

La vera magia dell’urina di mucca sta nel fatto che essa contiene ammoniaca, che è l‘ingrediente principale in molti prodotti di capelli, soprattutto le tinte. Ciò perchè aprendo la superficie esterna del capello, fa in modo che il colore possa penetrare all’interno e non andarsi a spegnere lavaggio dopo lavaggio.

Aumenta il volume dei capelli sottili con lo shampoo all'urina di mucca...

Aumenta il volume dei capelli sottili con lo shampoo all’urina di mucca…

Il gruppo di ricercatori islandesi ci sta ancora lavorando, per renderlo un prodotto commerciabile, visto che ancora contiene un vago sentore di urina. Loro intanto dichiarano di usarlo tutti i giorni e di essere molto soddisfatti.

Vedremo se sarà messo sugli scaffali e soprattutto, se avrà successo.

Voi lo usereste?

Leggi anche:

Outbrain

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

*