Bichon frisé: aspetto, cura e carattere

di Eryeffe del 7 gennaio 2017

Incontrarlo è sempre più raro, ma il Bichon frisé rimane uno dei cani da compagnia più ‘aristocratici’ e raffinati che la storia annoveri. Conosciamolo meglio e scopriamone le peculiarità con una guida a lui interamente dedicata.

Ricostruire le origini e la storia del Bichon frisé non è certo semplice. La tesi più accreditata colloca la sua comparsa ai tempi delle antiche corti europee, sopratutto francesi, da dove pare provenga.

Altri, invece, sostengono che sia stato importato dai spagnoli in Francia con il nome ‘Tenerife‘, il ché farebbe supporre origini ben più esotiche. Sicuramente era il cane favorito dai nobili nell’antica Roma e conobbe un periodo di grande diffusione in tutta Italia fino a metà del ‘900.

Potrebbe interessare: Cose che fate che il vostro cane non ama

Oggi, purtroppo, questa razza canina è diventata molto rara e poco diffusa. A lui, si preferiscono razze di cani affini come il Maltese, il Bolognese e il Barboncino. Eppure, con i suoi occhietti neri e il pelo bianco e soffice, il Bichon frisé è ancora molto amato dai bambini ed è un compagno di vita davvero allegro e affettuoso.

Bichon frisé

Il pelo candido e cotonato del Bichon frisé

Bichon frisé aspetto

Il Bichon frisé è un cane di piccola taglia, ben proporzionato e di colore bianco puro. La più piccola defezione nel colore del mantello è considerata un difetto grave rispetto la purezza della razza. Il mantello di questo adorabile cagnolino è morbido, fitto e molto fine. Se ben tenuto, il pelo può raggiungere anche i 10 centimetri di lunghezza e assomigliare moltissimo a quello della capra della Mongolia, a cui molto spesso è paragonato.

La coda è sollevata e vaporosa, distesa. Essa si mantiene alta ed elegante rispetto alla linea del dorso, a volte leggermente inarcata ma mai arrotolata. Questo particolare conferisce all’andatura del Bichon frisé un portamento regale e composto.

Scopri altre razze di cani da compagnia:

Si tratta di un cane molto grazioso, molto simile a un peluche, con il muso leggermente appuntito e gli occhi tondi di colore scuro. Anche le orecchie sono rivestite di un pelo fitto e vaporoso, così come le gambe che sono dritte e ben sviluppate. Nonostante il suo mantello possa destare qualche preoccupazione nei soggetti allergici, non c’è nulla da temere.

Questa razza canina è perfetta anche chi soffre di allergie perché la pelliccia non genera alcuna reazione di questo tipo.

Nel complesso, il Bichon è un cane abbastanza solido, in salute e dinamico. L’altezza al garrese va dai 20 ai 30 centimetri, mentre il peso oscilla tra i 3 e i 6 chilogrammi. Queste dimensioni fanno del Bichon frisé un cane piccolo ma robusto, molto agile e scattante, particolarmente adatto per la pratica dell’agility dog.

Bichon frisé

Perfetto nelle attività che richiedono agilità e velocità

Bichon frisé carattere

Il Bichon frisé è senza ombra di dubbio un perfetto cane da compagnia. Allegro, vivace e sempre pronto al gioco, tende ad affezionarsi profondamente al padrone dimostrandogli amore e fedeltà. E’ un cane brillante, molto attivo e la sua vivacità rende più movimentata e frizzante la vita domestica. Con i bambini è un compagno di giochi prezioso, ma sa essere un ottimo amico anche per le persone anziane, meno attive ed esuberanti di lui.

Ama accoccolarsi sul divano e giocare con qualsiasi oggetto trovi in casa, ma ha bisogno anche di passeggiare all’aria aperta ogni giorno e di socializzare con altri cani. La socializzazione, in particolare, è un aspetto importante della sua educazione che serve ad evitare che nel tempo sviluppi comportamenti aggressivi e molesti.

 

Ecco anche altre utili informazioni sui cani:

Bichon frisé cure ed educazione

Come potrete immaginare, le cure più impegnative da dedicare al Bichon frisé riguardano la toelettatura del pelo. La pelliccia, infatti, ha bisogno di essere curata almeno da 2 a 6 volte l’anno in centri specializzati e deve essere lavata regolarmente per evitare che si macchi e spazzolata con vigore.

Altrettanto importante per preservare la salute del cane è l’igiene delle orecchie. Il pelo che le ricopre, infatti, deve essere sempre pulito, sopratutto ai margini. Allo stesso modo gli occhi devono essere detersi quotidianamente, in particolare dopo le uscite fuori porta. Esattamente come le altre razze canine di tagli piccola, occorre provvedere alla pulizia dei denti con l’aiuto di un veterinario.

Bichon frisé

Il tenero sguardo del Bichon frisé non fa prigionieri…

Leggi anche: Alimentazione del cane: quali sono le basi

Poste queste accortezze, il Bichon frisé si rivela molto longevo (la vita media è intorno ai 14 anni) ma è soggetto a diverse malattie anche ereditarie. Le principali sono lussazioni, cataratte ed epilessia. L’addestramento non sarà particolarmente impegnativo, ma dovrà ricevere un’educazione ferma e gentile, per evitare eccessi di esuberanza che a lungo andare potrebbero essere difficilmente gestibili.

Ultima nota sull’alimentazione: il Bichon frisé ha bisogno di ricevere due pasti al giorno. Da evitare gli spunti fuori pasto vista la tendenza di questa razza a prendere facilmente peso.

Bichon frisé prezzo

Fino a un po’ di tempo fa, il Bichon Frisé era un cane molto richiesto il cui prezzo poteva superare facilmente i 1000 euro. Oggi lo si acquista ad una cifra compresa tra i 500 e i 1000 euro, ma molto dipende dalla purezza della razza e dalla salute generale del cucciolo.

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *