In bici al lavoro? Sarai rimborsato, almeno in Francia

di Elle del 13 marzo 2014

Il Ministro dei Trasporti francese ha lanciato una proposta che punta ad incentivare la mobilità sostenibile rimborsando a chilometro i dipendenti che arrivano a lavoro in bici.

Quest’iniziativa costituisce una proposta alla petizione on line di Carfree rivolta al Presidente Hollande  e portata avanti sul sito Avaaz.

LEGGI ANCHE:

Secondo i dati di uno studio si constata che i francesi, come molti cittadini europei, spendono molte ore imbottigliati nel traffico: nello specifico, ogni cittadino francese trascorre in media 35 ore l’anno fermo in auto accumulando stress e frustrazione. In Europa fanno peggio di tutti i belgi, con ben 58 ore annuali sprecate nel traffico, mentre noi italiani ci aggiudichiamo un non invidiabile posto a metà classifica con le nostre 25 ore all’anno di stress per la coda in auto.

VAI A: Autostrade per bici: cosa succede in Danimarca ad un anno dal via

Oltre  a questo parametro della qualità della vita si aggiungono anche criteri legati alla mobilità sostenibile e all’inquinamento ambientale per cui il piano francese prevede di rivolgere la proposta di rimborso alle aziende (inizialmente volontarie) per incoraggiare i propri dipendenti a spostarsi utilizzando un mezzo più eco-friendly come le due ruote.

Sarebbe fattibile anche in Italia?

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *