Il biologico ha meno pesticidi e più antiossidanti

di Jessica Ingrami del 31 marzo 2015

Una ricerca svela che il cibo biologico ha meno pesticidi di quello coltivato in modo tradizionale ed è più ricco di antiossidanti.

Il valore aggiunto nell’affidarsi ad un’alimentazione completamente bio è un argomento controverso: c’è chi ci crede ed è disposto a spendere qualcosa in più per i prodotti e, invece, c’è chi pensa sia tutto un raggiro per ingannare i consumatori e creare un nuovo e redditizio mercato.

In realtà, ci sono alcuni studi che finalmente lo dimostrano. Uno pubblicato recentemente su Environmental Health Perspectives da credito a chi acquista regolarmente prodotti biologici: un consumo costante, infatti, riduce drasticamente l’esposizione ai pesticidi. La dieta alimentare e la provenienza dei prodotti consumati possono fornire una panoramica ben precisa di quanti prodotti nocivi ingeriamo quotidianamente.

Lo studio è stato condotto dalla School of Allied Health Sciences  dell’Università di Boise (Idaho) e ha lavorato su un alto numero di casi per arrivare alla relazione tra i pesticidi nell’organismo e quelli  assunti tramite l’alimentazione di tutti i giorni.

Scopri… perché comprare biologico?

Ma lo studio non si è fermato ad una mera previsione: per confermare le ipotesi fatte dagli studiosi in base a semplici domande sulla dieta quotidiana, hanno chiesto ad oltre 4 mila soggetti, provenienti da sei diverse comunità presenti negli Stati Uniti, di sottoporsi  all’esame delle urine. L’analisi mirava a quantificare la presenza di organofosfati, ovvero i pesticidi più utilizzati nell’agricoltura convenzionale e, soprattutto, nella coltivazione di frutta e verdura. Gli studiosi hanno poi messo in relazione i dati con i valori medi di residui di pesticidi secondo le linee-guida del US Department of Agriculture  per gli ortaggi e la frutta più comune. Si è così visto che esiste una relazione tra il consumo di alimenti non biologici e la presenza di organofosfati nelle urine.

I risultati dello studio hanno dimostrato l’attendibilità del test: oltre il 65% di chi mangia spesso bio ha registrato una riduzione significativa dei livelli di pesticidi, arrivando fino al 90% per chi si nutre esclusivamente di prodotti biologici.

Uno studio dimostra ufficialmente che consumare biologico è più salutare

Uno studio dimostra ufficialmente che il cibo biologico ha meno pesticidi di quello coltivato in modo tradizionale ed è più ricco di antiossidanti

L’altro studio svolto dall’University of Newcastle indica che i prodotti biologici contengono fino al 69% in più di antiossidanti e il 25% in meno di pesticidi. Pubblicato sul British Journal of Nutrition, è in realtà un meta-studio che ha riesaminato 343 pubblicazioni scientifiche sullo stesso argomento, questa volta con metodi statistici, per comparare i risultati.
Risultati: in media frutta e verdura bio contengono il 17% in più di antiossidanti, e in alcuni casi anche di più. Per capirci, la presenza di flavanoni, tipici degli agrumi, è superiore del 69%, mentre le antocianine, tipiche del vino rosso, aumentano del 51%.

Tutto ciò dimostra come il  consumo di soli alimenti convenzionali porti inevitabilmente ad un accumulo maggiore di sostanze nocive nel nostro corpo e un’alimentazione biologica invece limiti la loro presenza e sia ricca di elementi antiossidanti benefici per la nostra salute.
Alla faccia degli scettici!

Immagini via shutterstock.

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *