Biomasse al top: nel 2020 capacità di 82 GigaWatt mondiali

di Claudio Riccardi del 4 luglio 2013

L’energia elettrica prodotta da impianti a biomassa a oggi rappresenta il 3% della capacità di generazione elettrica in tutto il mondo. Tuttavia il potenziale è ben più ampio, e dipenderà dalle strategie di investimento e innovazione tecnologica che sapranno mettere in campo i governi e la rete di imprese.

Secondo il Navigant Research, organismo di ricerca nel campo dell’energia e della mobilità, entro il 2020 il mercato delle biomasse potrebbe sviluppare una capacità di 82 GWm, un bel passo in avanti rispetto  agli attuali 58,6 GWm.

Uno scenario ancor più ottimistico spingerebbe la capacità installata ancora più in là, fino a 128,5 GWm. Quest’ultima previsione prevede, ovviamente, un tasso accelerato di crescita degli impianti a biomassa in tutti gli Stati, dovuto principalmente all’integrazione tra questa tecnologia e le centrali elettriche a carbone.

Senza volgere lo sguardo tropo in là, ricordiamo che questi impianti già oggi stanno ottimizzando l’efficienza energetica e la redditività sia degli impianti di calore che di energia.

In questo scenario, l’Italia  sta compiendo grandi passi avanti: gli impianti a biomasse, durante il 2012, hanno consentito di produrre 13,3 TWh, soddisfacendo le richieste di oltre 5,2 milioni di famiglie. Fra biomasse e fonti geotermiche, sono 343 i Comuni italiani che utilizzano queste tecnologie per gli impianti di teleriscaldamento.

Ricordiamo infine che ricorrere alle biomasse significa ridurre le emissioni di CO2.

Forse ti potrebbe interessare anche:

{ 1 comment… read it below or add one }

Energia da Biomasse settembre 9, 2013 alle 3:58 pm

Il tema delle bioenergie è particolarmente importante, e va trattato con un occhio di riguardo a mio parere, poiché rappresenta il futuro di uno sviluppo eco-sostenibile di cui la terra ha veramente necessità. Riguardo a questo argomento vorrei fare un intervento sulle biomasse, da molti criticate e sottovalutate, ma per me fondamentali. Infatti, come sappiamo, nella produzione di energia da biomasse, la quantità di anidride carbonica emessa durante la produzione è bilanciata dal processo di fotosintesi prodotto dalle biomasse stesse. Fattore che rende questo processo eco-sostenibile al 100%. In più il reperimento delle biomasse, non è così complesso, infatti esse possono essere ricavate da comunissimi residui agricoli, forestali, di industrie agroalimentari, provenienti da origini animali, etc.. Gli utilizzi delle biomasse sono ormai svariati, e sempre in evoluzione, come gli impianti a cogenerazione, che stanno dando un\’altra svolta allo sviluppo energetico. Quindi la scusa della convenienza e della impossibilità nella realizzazione di impianti eco-sostenibili non regge più, bisogna cominciare a rivolgere lo sguardo verso il futuro.

Rispondi

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *