Bolzano e l’energia solare: una App per scoprire quanto si può sfruttare

di Claudio Riccardi del 8 dicembre 2012

Quanta energia solare sarebbero in grado ci catturare i tetti di una città? A Bolzano, capoluogo dell’Alto Adige, hanno trovato la risposta alla domanda con un’applicazione web. Bolzano Sun Solar City, questo il nome dell’apparecchio multimediale, è un’utile supporto per individuare l’idoneita’ dei tetti all’installazione di pannelli solari.

Sviluppato dall’Amministrazione locale, l’applicativo effettua le rilevazioni basandosi sulla Carta Tecnica del Comune, con dati trattati attraverso algoritmi innovativi e di ultima generazione. La navigazione territoriale, semplice, veloce e dinamica, è consentita a tutti i cittadini.

Il programma Sun Solar City opera secondo due livelli:

  • Il (primo) livello Ore Solari contiene informazioni relative alle ore di sole, per ogni mese dell’anno, per ogni falda del Comune di Bolzano. Con ore di sole si intende l’intervallo di tempo in cui il sole illumina direttamente la falda.
  • Il (secondo) livello Radiazione Solare traccia statistiche relative alla radiazione solare mensile, espressa in chilowattora / metro quadro, che raggiunge ogni falda. La radiazione solare si compone di una parte diretta e di una parte diffusa, che penetra una falda tramite dispersione, per esempio a causa di nuvole.

Ma non finisce qui, perchè l’Ufficio meteorologico della Provincia di Bolzano ha messo a disposizione i dati storici (dal 2006 al 2011) dell’effettiva insolazione misurata nella città di Bolzano, in modo da poter parametrare il dato teorico, desumibile dal servizio di mappa offerto, con i dati effettivamente misurati.

Nelle rilevazioni non vengono prese in considerazione l’idoneità statica dei tetti e gli aspetti economico – finanziari dell’intervento (conto energia, contributi, tempi di rientro dell’investimento), che restano a carico dei proprietari dei tetti.

Sun Solar City  non è un’iniziativa casuale, ma si inserisce nel progetto che a Bolzano, entro il 2030,  mira a ridurre le emissioni di anidride carbonica da 10 a 2 tonnellate per abitante. Da qui l’insistenza sulle fonti energetiche rinnovabili, come il solare. Secondo le dichiarazioni dell’assessore all’ambiente, Patrizia Trincanato,  “in città  ci sono ben 100 ettari potenzialmente utilizzabili per produrre energia solare”.

Ci auguriamo che altre città italiani possano trarre esempio da questa interessante applicazione.

Leggi anche:

 

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *