Ooho la bottiglietta d’acqua da mangiare

di Elle del 10 aprile 2014

Insieme all’aumento della raccolta differenziata, lo sforzo nella riduzione della quantità di rifiuti prodotti quotidianamente da ciascuno sembra essere l’unica strada possibile per cercare di salvare il Pianeta dal suo pessimo stato di salute. Tra i rifiuti la plastica sembra essere tra i principali imputati, soprattutto per gli ingenti costi di produzione e smaltimento e per la scarsa biodegradabilità di questo materiale. Ma ecco una divertente e insolita soluzione, la bottiglietta d’acqua da mangiare!

Un gruppo di studenti londinesi ha mosso forse il primo passo verso il percorso di decremento della plastica prodotta per le bottigliette d’acqua: hanno infatti ideato un contenitore biodegradabile e commestibile in grado di contenere fluidi.

LEGGI ANCHE:

Chiamato ‘Ooho’, questo contenitore trasparente sarà presentato al Salone del Mobile di Milano dall’8 al 14 aprile; è stato realizzato grazie ad una tecnica nota in cucina come ‘sferificazione‘ con cui si crea una doppia membrana gelatinosa a base di alghe e cloruro di calcio che ‘incapsula’ l’acqua congelata.

Questa speciale ‘bottiglietta’ è decisamente economica e anche super-resistente, oltre che commestibile. Infatti, si può mangiare insieme al contenuto oppure se ne può succhiare il liquido interno, dopo aver pinzato con i denti per creare un’apertura. L’involucro si richiude semplicemente avvicinando le labbra all’apertura.

Data l’importanza vitale dell’acqua e l’importanza di eliminare involucri come la plastica, questa la bottiglietta d’acqua da mangiare si è aggiudicato  il Lexus Design Awardper l’innovazione.

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *