Boxer: carattere ed educazione di questa razza di cani

by Claudia Raganà on 20 settembre 2016

Alla scoperta del Boxer, uno dei cani più noti in assoluto: un cane con caratteristiche che lo rendono davvero unico, tutte da conoscere.

Il Boxer è una razza di cane spesso percepita come tendenzialmente pericolosa ed aggressiva. In realtà, come vedremo, è solo un fatto di percepito, legato alla sua storia. Partiamo proprio da qui.

Boxer, origini

Il Deutscher Boxer (o Boxer tedesco), è una razza di cane appartenente alla famiglia dei Molossoidi. Le sue origini vanno ricercate in Germania, a Monaco di Baviera. Qui, verso la fine del diciannovesimo secolo, un gruppo di cinofili riuscì nell’intento di creare una nuova razza di cane, incrociando l’Old English Bulldog con il Bullenbeisser (mastino tedesco). Il suo nome significa pugilatore, proprio per via del suo coraggio indomito nel combattimento.

LEGGI ANCHE: Scopriamo le razze di cani più belli e interessanti

Boxer, aspetto

L’aspetto di un boxer di razza, deve rispettare determinate caratteristiche e standard. L’altezza del cane al garrese varia tra i 53 e i 63 cm (a seconda che si tratti di un esemplare maschio o femmina). Anche il suo peso varia a seconda del sesso, aggirandosi tra i 20 e i 40kg.

Ha un muso corto e largo, con il labbro superiore che copre quello inferiore ed una mandibola molto potente. Le sue orecchie sono a triangolo, rivolte in avanti. Spesso, in passato, venivano tagliate per rispettare dei canoni estetici, ma per fortuna questa pratica è quasi decaduta.

Il manto di questo cane è lucido e raso, dal colore tigrato (fulvo o bianco).

boxer-2

Boxer, carattere

Le razze da cui ha origine il boxer sono molto forti e aggressive. In effetti, agli albori della sua nascita, questa era effettivamente una caratteristica della razza. Successivamente, tramite un attento processo di “raffinazione” della selezione, ne è scaturito un cane dal carattere molto equilibrato.

E’ forte e coraggioso come un cane da difesa, ma altrettanto socievole e docile, doti tipiche di un cane da compagnia. Queste sue caratteristiche lo rendono al tempo stesso un ottimo cane da guardia e un fantastico compagno di giochi per i bambini, caratteristica osservata in molti cani molossoidi.

La sua dote di ottimo cane da difesa, nasce dal fatto che si tratta di un cane estremamente possessivo nei confronti del suo padrone e della sua famiglia. Questo è un aspetto che è spesso utile modulare attraverso educazione ed addestramento adeguati, per far sì che la sua aggressività, volta a difendere il padrone, non venga rivolta verso persone estranee alla famiglia, ma prive di cattive intenzioni.

La socievolezza del boxer presenta dei tratti addirittura esuberanti: è un cane gioioso, che ama l’aria aperta e il contatto fisico, sia con le persone che con gli altri animali.

Questa caratteristica, tuttavia, può non trovare lo stesso riscontro negli animali e nelle persone con cui viene a contatto. Pertanto, potrebbe rappresentare un elemento di attrito durante le passeggiate nel parco con altri cani o con degli ospiti “umani”.

Boxer, educazione

L’unico aspetto su cui il boxer è un cane leggermente carente è la docilità (da non intendersi come arrendevolezza ed obbedienza al suo padrone). Va infatti detto che, soprattutto per gli esemplari maschi, è un cane che richiede un impegno leggermente maggiore nella gestione e nell’educazione, poichè molto testardo.

Come per tutti i cani, è importante entrare in empatia e trovare la chiave giusta per far sì che accetti il suo padrone come tale e gli obbedisca. Ovviamente verrà in aiuto la giusta educazione ed un buon addestramento.

Per le sue inclinazioni caratteriali, il boxer è molto utilizzato non solo come cane da guardia e da compagnia, ma anche come cane aiutante della polizia e come accompagnatore per i non vedenti.

Ti è interessato questo articolo sul Boxer? Scopri anche gli altri approfondimenti su queste razze di cani:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *