La cabina telefonica solare, succede a Londra

di Elle del 10 ottobre 2014

La tipica phone booth, la cabina rossa inglese con le finestre a quadretti, diventa una cabina telefonica solare.

Poiché ormai del tutto in disuso vista la larga diffusione di cellulari e smartphone, sembrava destinata solo a diventare cimelio da ammirare a scopo turistico, ma il progetto SolarBox, nato dall’idea di due ex-studenti della London School of Economics, sta puntando proprio sulle amate cabine rosse come fonti di energia alternativa da utilizzare in qualità di stazioni di ricarica per cellulari.

Scopri questa: Bookcrossing a New York: come ti trasformo la cabina telefonica in biblioteca

La prima, di colore verde, è stata inaugurata a fine settembre nella zona di Tottenham Court Road: questa prima cabina è stata dotata di un pannello solare montato sul tetto, mentre l’interno offre un’ampia gamma di prese, adatte per i vari modelli di cellulare. Il servizio, offerto gratuitamente grazie al sostegno degli sponsor, permette di far caricare almeno cento telefoni al giorno raggiungendo il 20% di ricarica in circa dieci minuti.

Leggi anche: Da cabine ad acquari, come ti trasformo una vecchia cabina del telefono

Solarbox

La cabina telefonica solare, succede a Londra

Il progetto innovativo di Harold Craston e Kirsty Kenny, classificati secondi nel concorso ‘Mayor of London’s Low Carbon Entrepreneur‘, si pone come obiettivo la diffusione di queste cabine solari a tutta la città, consentendo un utile connubio tra tecnologia e recupero di cimeli, altrimenti destinati al disuso, che assumono un aspetto più sostenibile e green!

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *