Cambiamenti climatici e salute pubblica, ecco l’Atlante OMS della salute e del clima

di Elle del 5 gennaio 2013

L’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) ha stilato un Atlante della salute e del clima per tenere sotto controllo le connessioni esistenti tra cambiamenti climatici e diffusione di malattie.

Questo testo è stato presentato  nel corso della Sessione Straordinaria del World Meteorological Congress a Ginevra, in Svizzera, realizzato dall’OMS in collaborazione con l’Organizzazione Meterologica Mondiale (World Meteorological Organization, WMO).

L’Atlante nasce dalla rilevazione dell’aumento patologie respiratorie a causa della crescente quantità di emissioni e dalla maggiore diffusione di focolai infettivi e allergie; le alte temperature tendono a creare un habitat favorevole per la propagazione di batteri e virus e per specie che diventano veicolo di infezioni e parassiti.

APPROFONDISCI: Il Climate Change Vulnerability Index 2012: a pagare saranno i paesi in via di sviluppo

Per tanto un coordinamento efficace tra servizi climatici e sistemi sanitari diventerà sempre più indispensabile nel prossimo futuro per riuscire a prevenire l’eventuale presenza di epidemie: un utile lavoro di coordinamento, ad esempio, può essere necessario per l’individuazione del picco di epidemie in rapporto a condizioni favorevoli al contagio e per intervenire in modo adeguato o per fronteggiare le ondate di caldo che spesso comportano un grave disagio fisico per fasce più deboli della popolazione come anziani, bambini o malati cronici.

Leggi anche:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *