Car sharing a Milano, parte anche Enjoy di ENI

di Erika Facciolla del 18 dicembre 2013

Un car sharing tutto italiano quello lanciato da ENI a Milano con ‘Enjoy’, l’ambizioso progetto messo a punto dal colosso energetico in collaborazione con Trenitalia e Fiat che darà del filo da torcere a Car2Go di Daimler e GuidaMI di ATM, i concorrenti già operativi nel car sharing urbano milanese.

Dopo la presentazione ufficiale di qualche giorno fa, il servizio è pronto a decollare con una flotta di 300 autovetture modello ‘500’ tutte rosse, che dovrebbero diventare 650 entro la fine di Ggennaio 2014. Di queste auto, tutte alimentate a benzina o diesel, 50 saranno equipaggiate con motore diesel Multijet, pronte a calcare le strade del capoluogo meneghino.

ECCO GLI ALTRI SERVIZI MILANESI DI CAR SHARING:

I punti di forza del servizio‘Enjoy’ sono tre: iscrizione gratuita, tariffe più basse (0,25 cent/minuto cioè 4 centesimi in meno rispetto a Car2Go) e prenotazione tramite una app scaricabile tramite il sito ufficiale enjoy.eni.com dove gli utenti potranno reperire tute le informazioni utili alla fruizione del servizio e registrarsi gratuitamente.

Per il ritiro e la consegna delle auto noleggiate non sono previste piazzole o depositi: l’utente potrà prenotare la sua vettura fino a 30 minuti prima, ritirarla e riconsegnarla all’interno di un’area definita molto ampia, che include anche San Donato dove ha sede l’ENI.Oltre ai parcheggi pubblici, le 500 di Enjoy potranno essere posteggiate in alcuni distributori di benzina contraddistinti dal logo con il ‘cane a sei zampe’.

SCOPRI ANCHE: Autolib, il car sharing è elettrico a Parigi

La tariffa di 25 centesimi al minuto può scendere a 10 centesimi quando l’auto viene parcheggiata senza che si interrompa il noleggio. Il pagamento è effettuabile tramite carta di credito (anche prepagata) e la app per la prenotazione online sarà presto disponibile sul sito del servizio, sia per iOS che per Android. Nessuna tessera magnetica, dunque, e nessun ritiro presso negozi o sportelli ENI.

E come per le vetture di Car2Go, anche quelle di Enjoy avranno libero accesso all’Area C e usufruiranno di parcheggi gratuiti sia sulle strisce gialle che blu, grazie ad un accordo tra le società promotrici e il Comune di Milano.

VAI A:  Zimride, come ti reinvento il car pooling con Facebook

L’obiettivo? Decongestionare il traffico urbano e invogliare i cittadini a lasciare l’auto a casa. Che sia la strada migliore per migliorare la qualità dell’aria (e della vita) che respirano i milanesi?

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *