Piccole rivoluzioni: car sharing e bike sharing nel paniere Istat 2015

di Chiara Greco del 26 febbraio 2015

Anche quest’anno, è uscito l’esito della famosa “fotografia” scattata ai comportamenti di acquisto degli italiani: il paniere Istat. In particolare è stata pubblicata la sezione dedicata a indagare l’incidenza dell’inflazione sui consumi. E le sorprese non mancano.

L’edizione del 2015 del paniere redatto dal più famoso Istituto di Statistica italiano infatti sarebbe diventato anche green, dimostrando quanto gli italiani compiano decisioni di acquisto sempre più orientate verso il sostegno dell’ambiente. Nell’ultima edizione, di recente pubblicata infatti, sarebbero state inserite alcune new entry molto caratteristiche.

Tra le voci che servono ad analizzare gli orientamenti e le scelte di acquisto degli italiani sarebbero emerse alcune novità, dei veri e propri “cambi di rotta” che farebbero notare l’avvicianamento progressivo degli acquirenti italiani ai valori ambientali.

bike sharing

Bike sharing nel paniere Istat 2015

Se nel 2014 infatti, le voci di spesa più “fresche” riguardavano prodotti alimentari del calibro di formaggi freschi e spalmabili in confezione o cialde e capsule per tè e caffè, le new entries di quest’anno avrebbero un “sapore” desicamente diverso e siscuramente più sostenibile. Novità del paniere di quest’anno sarebbero infatti servizi – oggi categoria più consistente, all’interno dell’analisi, rispetto a quella dei prodotti – di car sharing e bike sharing.

FOCUS: Anche per Roma si attiva il car sharing: Car2Go raggiunge 20.000 iscritti in pochi giorni

Questi segnali sembrerebbero quasi un invito a considerare quanto gli italiani stiano dando valore alle tematiche green e alla sostenibilità ambientale. Mentre altre due voci, ovvero la  pasta senza glutine e le spese per bibite ai distributori automatici, il caffè al ginseng, la birra analcolica e l’assistenza fiscale per le spese sulla casa, sarebbero le altre novità rappresentative del paniere di quest’anno prodotto dal principale Istituto di Statistica italiano.

car sharing

Car sharing nel paniere Istat 2015

Tra i 1440 prodotti che compongono questa classificazione dei consumi degli italiani il valore delle nuovi comparse sarebbe evidente, come a testimoniare, se ancora non fosse chiaro a tutti, quanto per gli italiani sia importante adottare i valori green anche nelle scelte di acquisto quotidiane, riflettendo le esigenze per un modo di spostarsi più attento all’ambiente e sostenibile per le nostre città.

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *