Cibi afrodisiaci: i vegetali che risvegliano il desiderio

di La Ica del 28 ottobre 2016

I cibi afrodisiaci sono noti per la capacità di stimolare il desiderio. Pare però che la loro efficacia sia più inconscia, tranne alcune eccezioni. Scopriamole insieme.

Studi clinici hanno dimostrato l’effettiva capacità di alcuni cibi di migliorare le prestazioni fisiche e aumentare fertilità ed appetito sessuale. Sono i cibi afrodisiaci: ne sono un esempio il tartufo, lo zafferano, le banane e persino gli asparagi.

Cibi afrodisiaci efficacia

Alcune piante svolgono infatti una funzione poliendocrina. Vanno cioè ad aumentare la produzione di ormoni, e dunque hanno effetti sulla performance, sul desiderio e la capacità fertile. Altre invece contengono dopamina, agiscono pertanto sulla pressione sanguigna incrementando il desiderio e massimizzando l’erezione.

Cibi afrodisiaci come funzionano

Per stimolare i sensi, si possono usare erbe e radici come ginseng, ginkgo biloba e zenzero.

Mentre per aumentare la potenza sessuale, meglio scegliere prodotti vegetali che si comportano come dei vasodilatatori, come il peperoncino e la Butea Superba, una pianta medicinale che cresce solo in Thailandia.

Potresti leggere anche: 5 buone ragioni per mangiare un avocado

cibi afrodisiaci

Cibi afrodisiaci vegetali: la Butea Superba è una pianta aromatica che si coltiva in Thailandia. Rende più sensibili i genitali, favorisce l’eccitazione, migliora intesità e durata dei rapporti sessuali

Il tartufo bianco, come il cardamomo, interviene invece sull’olfatto. Le sostanze odorose che emana sembrerebbero infatti veicolare, sia negli umani che negli animali, uno stato di benessere generale e attrazione per l’altro sesso. Similmente si comportano anche noce moscata, cannella e vaniglia.

Per testarne gli effetti, basta aggiungere spezie, aromi ed erbe ai propri piatti. Aglio, peperoncino e zenzero andrebbero pertanto usati freschi, triturati, fatti a fette o sminuzzati.
Lo zenzero è efficace anche in infusione, come la damiana. Mentre dell’anice sono afrodisiaci i semi, che vanno masticati.

Cibi afrodisiaci quali sono

Tra i cibi afrodisiaci più conosciuti ci sono ostriche, peperoncino e cioccolato. Noi ci concentreremo soprattutto sui vegetali e vi spiegheremo perché funzionano davvero.

I cosiddetti cibi del desiderio agiscono in parte sulla componente psicologica, quella legata alle fantasie. Ne sono un esempio le fragole, lo champagne e la cioccolata. Quest’ultima però, come il peperoncino, l’avocado e le mandorle, presenta delle vere e proprie virtù.

cibi afrodisiaci

Cibi afrodisiaci vegetali: il peperoncino contiene capsaicina, che incrementa la pressione sanguigna e migliora le prestazioni

Ti suggeriamo di approfondire con Perchè è piccante il peperoncino? Grazie alla capsaicina…

Cibi afrodisiaci vegetali

Il cioccolato, o per meglio dire le fave di cacao, contengono sostanze eccitanti come teobromina e feniletilamina. Mentre ad incrementare il livello di testosterone ci pensano il succo di melograno, le banane e l’avocado. Ad agire sul desiderio femminile invece, è soprattutto la vitamina E, contenuta nelle mandorle.

Con­siderata afrodisiaca già dagli antichi Greci e dai Romani, l’anice è ideale per stimolare il desiderio. Al pari dei più conosciuti sedano e tartufo.

cibi afrodisiaci

Cibi afrodisiaci vegetali: lo sapevano già gli Antichi Greci e i Romani che i semi di anice stimolano il desiderio

A proposito di tartufo: prediligetelo bianco perché contiene l’androstenediolo, un ormone presente anche nel sudore. La sua fama di stimolante è stata riconosciuta persino dal CNR.

Per incrementare la passione, ovvero la circolazione sanguigna, provate l’aglio oppure il vino rosso (con moderazione). Il cardamomo invece, come lo zafferano, evoca il rilassamento. Pertanto è ottimo in caso di eiaculazione precoce e dà sollievo anche dai dolori mestruali.

Damiana e maca possono correggere patologie come frigidità, disfunzione erettile e ansia da prestazione.

Il primo è un piccolo arbusto di origine messicana le cui foglie fungono da eccitante.

La maca invece, chiamata anche ginseng peruviano, è una radice del Sud America, dal potere energizzante. Aumenta la libido, migliora qualità e mobilità degli spermatozoi, e contribuisce a risolvere i problemi ormonali legati al ciclo mestruale.

cibi afrodisiaci

Cibi afrodisiaci vegetali: la maca è una radice peruviana nota per essere in grado di stimolarela libido e contribuire a creare uno sperma sano

Cibi afrodisiaci animali

Molluschi, crostacei e caviale hanno un ruolo fondamentale per la fertilità. Quest’ultimo in particolare è ricco di zinco, un minerale essenziale che contribuisce alla formazione del liquido semi­nale.

Infine i formaggi sembrerebbero agire come un vero viagra naturale.

Ora che sapete quali sono e come funzionano i cibi afrodisiaci, provateci! Ecco cosa potete trovare online…

Potrebbero interessarti anche:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *