Coca-cola usa acqua riciclata e vince l’International Water Association Award

di Claudio Riccardi del 11 gennaio 2013

Il processo di produzione delle bevande, prevede nelle sue varie fasi l’utilizzo costante di acqua. Coca-Cola ha messo a punto nei suoi stabilimenti un sistema innovativo che permette di recuperare l’acqua messa in circolo, ripulirla attraverso un processo multi-barriera e destinarla ad attività come il lavaggio e la pulitura delle bottiglie.

In questo modo, garantiscono i vertici del colosso di Atlanta, si riesce ad incrementare l’efficienza dell’utilizzo dell’acqua fino al 35%, raggiungendo nel contempo la massima qualità possibile nel recupero della risorsa idrica.

PER APPROFONDIRE: Tassare le bibite gassate in lattina, si o no?

Un risultato che è valso l’assegnazione di un prestigioso riconoscimento, il premio della International Water Association, associazione internazionale senza fini di lucro che si propone di promuovere scambi di conoscenze e di esperienze nel settore dell’approvvigionamento idrico.

L’acqua è un bene prezioso e non va sprecato. Questo nuovo approccio potrebbe garantire risparmi fino a 100 miliardi di litri d’acqua all’anno se attuate in tutti gli impianti di imbottigliamento globali. Da questa specifica attività inoltre l’azienda spera di ampliare lo spettro dei processi produttivi che possono beneficiare del riutilizzo delle acque. A partire dal 2013, intanto, tutti gli impianti a gestionediretta o per mezzo di partner seguiranno il protocollo avviato dalla società madre.

Quando un colosso come Coca-Cola inaugura un approccio più responsabile e intelligente verso una risorsa – l’acqua – così indispensabile per il nostro vivere quotidiano, questa non può che essere una buona notizia da dare.

LEGGI ANCHE:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *