Come addestrare un cane a non mordere i bambini

di Eryeffe del 9 dicembre 2015

Imparate come addestrare un cane a non mordere i bambini in poche e semplici mosse!

Ogni anno milioni di persone nel mondo vengono morse da un cane e nella maggior parte dei casi il cane questi incidenti si verificano tra le mura domestiche e le vittime più frequenti sono i bambini.

Alla base di questo fenomeno ci sono una serie di comportamenti sbagliati, cattive abitudini e disattenzioni che si commettono credendo che ‘il nostro cane non ci morderebbe mai’ e che non attaccherebbe mai i nostri bambini. Niente di più sbagliato considerando che anche un recente rapporto dell’American Veterinary Medical Association ha stabilito che tra il 2003 e 2012 i morsi di cane sono stati la causa principale di almeno 11 lesioni non fatali patite da bambini di età compresa tra 1 e 4 anni. Ma come ci prevenire i morsi dei cani e proteggere i più piccoli da questi rischi?

Come addestrare un cane a non mordere i bambini

Come addestrare un cane a non mordere i bambini


Per prima cosa bisogna partire dal presupposto che non esistono razze di cani più o meno mordaci, non esistono situazioni più o meno sicure, comprese quelle domestiche e famigliari, e che tutti ma proprio tutti i cani sono potenzialmente in grado di mordere, anche il nostro adorato fido. Di certo, difficilmente un cane abituato a vivere in famiglia sferrerà morsi e attacchi in maniera deliberata e improvvisa, quindi bisogna imparare a prevenire certe situazioni di pericolo ed educare i bambini al rispetto dell’animale, dei suoi spazi e delle sue abitudini così da non ‘punzecchiare’ la sua innata aggressività.

Leggi anche: Cose che fate che il vostro cane non ama

Come addestrare un cane a non mordere i bambini: i comportamenti più giusti

Per essere certi che sia cane che bambino si divertano è necessario evitare eccessive manipolazioni sull’animale. I bambini, infatti, tendono ad abbracciare, baciare, strapazzare i nostri amici a 4 zampe in maniera a volte incontrollata e il cane solitamente si limita a ‘sopportare’ queste manifestazioni d’affetto. A volte, però, un movimento brusco, un rumore o la manipolazione di parti sensibili (es. le orecchie, la coda, le zampe, ecc) possono provocare una reazione incontrollata del cane e interrompere quella che fino a un attimo prima era un’interazione positiva fra bambino e animale.

Per evitare tali situazioni, bisogna monitorare il linguaggio del corpo dell’animale e tenere sotto controllo tutto quel che succede intorno, sia che ci si trovi in una stanza o in un luogo all’aperto. Saper cogliere per tempo i segnali di  nervosismo, frustrazione o eccitazione del cane può essere determinante per evitare un morso o uno scatto iroso. Si chiama supervisione attiva ed è la prima regola che ogni genitore (anche il più impegnato o indaffarato in altre attività) dovrebbe imporsi quando i figli giocano con i cani.

Potrebbe interessarti… Perchè i cani capiscono cosa diciamo

Altrettanto importante durante l’interazione cane-bambino è assicurarsi che lo spazio a disposizione sia abbastanza ampio e che il cane abbia vie di fuga nel caso voglia sottrarsi all’interazione senza sentirsi intrappolato. E’ molto importante che il cane abbia a portata di ‘zampa’ delle alternative immediate ed efficaci e che riesca a visualizzare lo spazio circostante come una ‘risorsa’ a cui attingere in caso di bisogno.

shutterstock_342008324

Non importunare il cane quando dorme e Non costringere il cane al gioco per non farsi poi mordere…

Può sembrare scontato, e in un certo senso lo è, ma per evitare che i nostri figli rimangano vittime dei morsi del cane è necessario impostare con loro delle regole comportamentali ben precise da osservare durante le interazioni con l’animale. Queste regole devono tenere conto del carattere del cane con cui abbiamo a che fare: esso, infatti, a differenza di altri cani, potrebbe non gradire le coccole ‘energiche’, le manipolazioni della coda o gli abbracci calorosi ed è bene che il bambino impari ad astenersi da tali comportamenti. Ci sono poi una serie di regole generali che è necessario impartire fin dal’inizio ai più piccoli.

Scopri perché… i sacchetti sono pericolosi per cani e gatti

Come addestrare un cane a non mordere i bambini: i comportamenti da non avere

Le più importanti sono:

  • Non importunare il cane quando dorme o durante i pasti
  • Non tirare le orecchie e la coda al cane
  • Non costringere il cane al gioco se mostra palesemente di non averne voglia
  • Non trascinare il cane dal collo o dal collare
  • Non salire a cavalcioni sul cane
  • Rispettare gli spazi del cane e i suoi oggetti

se educherete cani e bambini al rispetto di queste semplici regole e rimarrete vigili in ogni situazione di potenziale pericolo, eviterete morsi dolorosi, corse in ospedale e spiacevoli disavventure che potrebbero anche rivelarsi traumatiche e lasciare nel vostro bambino la paura indelebile nei confronti dei cani.

Foto: Shutterstock

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *