Come coltivare alberi da frutto in casa

di Erika Facciolla del 6 settembre 2016

Coltivare alberi da frutto in casa propria è possibile e può regalare moltissime soddisfazioni, prima fra tutte quella di mangiare frutta biologica coltivata con le vostre mani e priva di residui fitosanitari.

Sei interessato a sapere come coltivare alberi da frutto in casa? Ecco tutti i consigli pratici per coltivare alberi da frutto in vaso a partire dai semi del frutto stesso.

Tutto quello che ti occorre è un po’ di pazienza, del buon terriccio e qualche seme, meglio ancora se ricavato dalla frutta appena mangiata. E naturalmente un po’ di spazio. L’ideale è un piccolo balcone dove fare tutte le prove.

Alcuni alberi da frutto, infatti, sono facilmente coltivabili in vaso. Riescono a svilupparsi con ottime probabilità di successo dai semi della pianta stessa.

Di seguito illustreremo i trucchi principali e i consigli utili per avere frutta fresca…. a centimetro zero!

Come coltivare alberi da frutto a partire dal seme

Se decidiamo di coltivare gli alberi alberi da frutto a partire dal seme, ricordiamo che l’estate è il periodo migliore per mettere da parte i noccioli della frutta. Li potremo conservare e ripiantare in autunno e in inverno. Con ogni probabilità cominceremo a vedere spuntare le piantine durante la primavera successiva, dopo lo ‘svernamento’.

Gli alberi da frutto che crescono più facilmente in vasi o contenitori a partire dai semi sono tantissimi. Peschi, albicocchi, nespoli, ciliegi solo per citarne alcuni. Per queste varietà non dovrete per forza procedere all’innesto della pianta. Anche se questo comporterà una fruttificazione più ridotta, niente vi impedirà di ottenere dai vostri alberi frutta buona, fresca e gustosa.

SCOPRI: Come far crescere un alberello di avocado a partire dal nocciolo

Per coltivare alberi da frutto a partire dai noccioli sarà importante pulire delicatamente i semi. Dobbiamo rimuovere eventuali residui e riporli in un luogo fresco, asciutto e sufficientemente ventilato al riparo della luce diretta del sole in attesa di poterli piantare. I vasi dovranno avere una grandezza minima di 20 cm di diametro e 30 cm di profondità. Vanno riempiti con 50 litri di buon terriccio universale, 50 litri di concime ammendante arricchito di lapilli vulcanici o materiale drenante similare.

coltivare alberi da frutto in casa

Ciliegie

Il seme dell’albero da frutto che intende coltivare deve essere interrato a pochi centimetri dalla superficie del terriccio. In alcuni casi dovranno essere scalfiti per semplificare il processo di germinazione del seme. Una volta spuntate, le piantine dovranno essere riparate dalle escursioni termiche e dalle gelate e innaffiate regolarmente evitando come sempre eccessi e ristagni idrici.

LE CONOSCI? 5 piante facili da coltivare sul balcone

La coltivazione di alberi da frutto a partire dal seme richiede poche cure ma tanta, tanta pazienza. Nella maggior parte dei casi i primi frutti cominceranno a spuntare dopo 3 o 4 anni e le dimensioni della pianta dovranno essere contenute attraverso un’accorta potatura.

Come coltivare alberi da frutto in casa: le varietà di piante più adatte

Come abbiamo visto, riuscire a coltivare alberi da frutto in vaso a partire dai semi non è una missione impossibile. Per aumentare le probabilità di successo, però, sarà opportuno selezionare le varietà più adatte alla coltivazione in balcone o in terrazzo e al clima del luogo in cui abitiamo. In generale, possiamo dire che gli alberi da frutto più semplici da coltivare sono questi.

1) Albicocco.

Interrare il seme estratto dall’albicocca a 5 cm di profondità. Potete utilizzare un seme intero oppure leggermente scalfito in superficie. La piantumazione deve avvenire in autunno o in inverno e la piantina dovrebbe spuntare già nella primavera successiva. Per gestire meglio questa delicata fase, potete piantare il seme in un contenitore più piccolo e attendere lo sviluppo radicolare. Solo successivamente, potrete trasferire la piantina in un vaso più grande. Ricordate di piantare un solo seme per vaso. Dopo circa 4 anni la pianta dovrebbe iniziare a fruttificare. In primavera vedrete spuntare i fiori e le prime albicocche che giungeranno a maturazione a giugno.

2) Pesco.

Tra tutti gli alberi da frutto che è possibile coltivare in casa, il pesco è una delle piante più adatte anche perché oltre ai frutti è in grado di regalare anche delle bellissime fioriture primaverili di colore rosa tenue. Il pesco, inoltre, è una pianta autofertile, quindi non ha bisogno di altre varietà impollinatrici. Se volete coltivare un albero da frutto come il pesco, converrà optare per una varietà nana. Una varietà che non superi cioè i due metri di altezza massima. Utilizzate un vaso di 50 cm di diametro e riempitelo di argilla e torba o terriccio soffice. Piantate il seme a 2 cm di profondità e innaffiate di tanto in tanto per mantenere il substrato umido. Il pesco ama la luce diretta del sole, ma deve essere protetto dal vento e dagli sbalzi termici che potrebbero bloccare lo sviluppo e l’attecchimento radicolare.

coltivare alberi da frutto in casa

L’albero del pesco

Fonte foto: Wikipedia

3) Ciliegio.

A dire il vero, coltivare l’albero non è esattamente la cosa più semplice del mondo. Ma la prelibatezza dei suoi frutti rosi dolcissimi vale la pena di provare a cimentarsi nell’impresa. I tempi di germinazione dei noccioli del ciliegio, infatti, possono essere piuttosto lunghi rispetto a quelli di altri alberi da frutto (fino a un anno). In ogni caso, non scoraggiatevi e continuate ad aspettare pazientemente. Per aumentare le possibilità di vedere spuntare una piantina, interrate una decina di semi puliti e asciutti a 2 cm dalla superficie del terreno. I noccioli devono essere leggermente scalfiti in superficie per attenuare la durezza della superficie esterna. Anche per questa varietà di tipo legnoso, la stagione migliore per la messa a dimora dei messa a dimora dei semi è quella autunnale e invernale.

4) Nespole.

Se con il ciliegio avete avuto qualche difficoltà, tutto sarà più semplice quando proverete a coltivare un albero di nespole dal suo nocciolo lucidissimo. Una volta estratto il seme, interratelo in un vasetto pieno di terriccio universale, a solo 1 cm dalla superficie. Vanno bene un bicchiere di plastica, un barattolo o un vasetto di yogurt opportunamente forato sul fondo. Il seme del nespolo può essere interrato fresco oppure lasciato seccare per poi essere utilizzato in autunno.

Evitate di esporre il vasetto alla luce diretta almeno fino a quando non vedrete spuntare la piantina. Quando sarà cresciuto abbastanza, la vostra pianta di nespole sarà pronta per essere spostata in un vaso più grande. In genere, il nespolo comincia la sua fruttificazione dopo 5 o 6 anni.

coltivare alberi da frutto in casa

Il nocciolo delle nespole

Come coltivare alberi da frutto in casa: i consigli finali

Qualunque sia l’albero da frutto che vi accingete a coltivare, ricordate di dimensionare con attenzione la portata del vaso alle dimensioni raggiunte dalla vostra pianta. Se riuscirete ad avere pazienza e tenacia, coltivare alberi da frutto in balcone diventerà un’attività gratificante e divertente. Potrete compensare i vostri sforzi con tanta frutta buona e sopratutto genuina.

Immagini via Shutterstock

Forse ti potrebbe interessare anche:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *