Come fare il sapone a freddo in casa: ingredienti e ricetta

di Elle il 4 giugno 2011

Il procedimento spiegato passo passo per fare il sapone a freddo in casa con tutti gli ingredienti necessari e le giuste precauzioni da prendere.

Il rispetto per l’ambiente spesso passa anche attraverso i semplici gesti che quotidianamente ognuno di noi compie; questa consapevolezza può spingerci ad avvertire un senso di maggiore responsabilità personale riguardo alle sorti del pianeta e di conseguenza a fare scelte che vanno nella direzione della promozione di un modo di vivere il più possibile eco-friendly.

Un esempio di ciò può essere fornito dall’auto-produzione di sapone con l’utilizzo di ingredienti semplici e naturali, in sostituzione di quelli prodotti, invece, in ambito industriale e contenenti coloranti e agenti chimici, che possono talvolta anche essere alla base di irritazioni cutanee e allergie.

Tra i metodi per auto-produrre il sapone, quello a freddo risulta essere più semplice e immediato da seguire rispetto alla tecnica a caldo che vi avevamo riportato in questo articolo: 

Come fare il sapone a freddo in casa: gli ingredienti ed accorgimenti

I tre ingredienti fondamentali, occorrenti per la produzione del sapone in entrambi i tipi di procedimenti, sono olio (di vari tipi: oliva, girasole, cocco, ricino, cera d’api), soda caustica e acqua. In dettaglio le quantità:

  • 1 kg di olio (se si utilizza quello d’oliva)
  • 128 gr di soda caustica
  • 300 gr di acqua

Bisogna seguire alcune regole per  fare il sapone a freddo in casa se si vuole evitare spiacevoli incidenti: occorre tenere la soda caustica al di fuori della portata di bambini o animali domestici e per chiunque evitarne il contatto con occhi, pelle e mucose, poichè si tratta di un materiale altamente corrosivo e ustionante.

E’opportuno, quindi, per fare il sapone a freddo in casa indossare guanti di gomma e occhialini da piscina (oppure occhiali trasparenti da lavoro) durante l’utilizzo della soda caustica e delle miscele di quest’ultima con acqua e olio. Inoltre è meglio impiegare contenitori usa e getta e utensili che siano adoperati solo per la produzione del sapone.

Come fare il sapone a freddo in casa: il procedimento passo passo

Ecco, passaggio per passaggio, la “ricetta” per il fare sapone a freddo in casa fai-da-te.

Pesa l’olio prescelto e metti in una pentola di metallo non antiaderente. Riscalda a fuoco lento fino a raggiungere circa 60° (ti può essere d’aiuto un termometro da pasticceria). Pesa separatamente la soda e l’acqua distillata e versa lentamente la soda nell’acqua (mai il contrario). Mescola bene e controlla la temperatura dell’acqua, perché tende rapidamente a salire a 80-90°C.

fare il sapone a freddo in casaFai raffreddare fino al raggiungimento di una temperatura di 45-50° e versa la miscela di acqua e soda nella pentola che contiene l’olio, mescolando per facilitare la formazione di un unico impasto omogeneo (ribadiamo – affinché nessuno corra il rischio di farsi male nel fare il sapone a freddo in casa- che la soda caustica è un materiale pericoloso, da maneggiare con estrema cura, quindi attenzione a portare sempre guanti di gomma, occhialini e foulard per riparare il naso e la bocca dal vapore che la soda produce quando viene diluita). Versa nel bicchiere di un frullatore. Il movimento circolare dovrebbe scatenare la reazione di saponificazione, che si verifica in genere dopo 3-4 minuti.

Quando il sapone ha raggiunto il “nastro” (cioè la miscela ha cambiato colore e consistenza e, se fatta colare un po’ nella pentola, rimane per qualche secondo in superficie), è possibile aggiungere le essenze e amalgamarle bene con il mestolo di legno.

Versa la miscela così ottenuta nello stampo (di legno, cartone o plastica), coprendo bene con materiale termo-isolante poiché la soda continuerà a reagire con l’olio. Infine, trascorse 24 ore, si può estrarre dagli stampi la miscela di sapone indurita, avendo cura di utilizzare dei guanti per le mani, per tagliarla secondo la misura desiderata.

Lascia il sapone in un luogo fresco e asciutto prima di utilizzarlo (possibilmente dopo 4-5 settimane, quando cioè il potenziale caustico della soda si sarà ormai esaurito) e solo a quel punto potrai davvero sapere se avrai imparato a fare il sapone a freddo in casa.

Se la nostra guida per fare il sapone a freddo in casa ti è piaciuta e  vuoi cimentarti nell’auto-produzione di saponi e detersivi con ingredienti naturali ecco alcuni libri che potranno interessare:

Saponi e Detersivi Naturali - Libro
Come farli in casa usando olio, cenere, soda e lisciva
Vivi con Stile
Caloriferi e condizionatori, elettrodomestici, detersivi, auto e tempo libero: 160 consigli pratici per una vita a basso impatto ambientale.
Manuale per Sopravvivere alla Crisi
Sopravvivere a ogni crisi…di oggi o di domani – Gestire una casa risparmiando – energie alternative alla portata di tutti – detersivi ecologici casalinghi
Pulizie Creative
Detersivi e cosmetici naturali fai-da-te, per la casa e la cura di sé
Guida ai Detersivi Bioallegri
Tradizionali, ecologici e fai da te. Impariamo a conoscerli e ad usarli

Altri articoli correlati al tema del fare il sapone a freddo in casa:

Ti è piaciuto questo articolo?
           

Lascia un Commento

{ 0 commenti… aggiungine uno adesso }

Lascia un commento


5 + = sei