Ammorbidente naturale: come farlo con ingredienti naturali

di Maura Lugano il 2 dicembre 2011

Da un recente sondaggio di una nota marca di prodotti per l’igiene e la detersione risulta che gli italiani e gli spagnoli sono i più grandi consumatori di ammorbidente per il bucato. In effetti hanno molti pregi, come lascia intendere il nome stesso, perché ammorbidiscono le fibre dei capi, li rendono più facilmente stirabili, più profumati e ravvivano i colori ed eliminano l’elettricità statica che rende i tessuti rigidi.

Purtroppo contengono sostanze decisamente inquinanti e non sono biodegradabili, come tutti i prodotti che derivano dal petrolio, ecco perché si consiglia di rispettare il più possibile le dosi consigliate nelle istruzioni, riciclare il contenitore in modo corretto, e ancora meglio, preferire quelli alla spina e con tensioattivi di origine vegetale.

SUGGERIMENTO: scopri le guide di TuttoGreen sulla Casa Naturale ed Ecologica!

Ma a chi ha a cuore la salvaguardia di mari, fiume e di tutta la natura, può imparare a fare in casa propria l’ammorbidente naturale. Un avvertimento prima di tutto, qualsiasi ricetta fai-da-te utilizziate ricordate di testarla prima su un capo vecchio da buttare, così se ci fosse stato qualche errore, magari nel dosare gli ingredienti, il disastro totale sarà evitato. Comunque nessuno si deve demoralizzare, con l’esperienza si impara quasi tutto!

Già da solo, il bicarbonato di sodio è un ottimo ammorbidente, così come l’aceto bianco di vino. Ne basta mezza tazza per tutto il bucato. Ti proponiamo per cominciare una ricetta molto facile, una miscela l’aceto bianco di vino con oli essenziali. Per iniziare si può provare questa ricetta:

  • 1 litro di aceto bianco di vino
  • 5 gocce di olio essenziale di menta o lavanda

Si miscelano gli ingredienti in una bottiglietta usata di plastica, magari di un altro ammorbidente già usato, e si aggiungono all’inizio del ciclo di risciaquo.

SUGGERIMENTO: prova anche le altre guide di TuttoGreen sul Benessere & Salute!

In alternativa, si può usare una soluzione al 10/15% di acido citrico.

Ingredienti:

  • 1 flacone di detersivo liquido, pulito
  • 150 gr di acido citrico
  • qualche goccia di olio essenziale di lavanda
  • acqua

L’acqua può essere tranquillamente di rubinetto, purché non molto clorata: nel caso la si può lasciare decantare per una notte in modo da smaltire il cloro.
A questo punto inserire l’acqua nel flacone e poi l’acido citrico con un imbuto, in maniera da non disperderlo.
Chiudere il tappo e agitare, per amalgamare bene la soluzione e dopo qualche minuto inserire una trentina di gocce di olio essenziale di lavanda.

Farsi un ammorbidente in casa con ingredienti naturali è facile e divertente e se vuoi saperne di più sull’autoproduzione di detersivi prova questi libri:

Saponi e Detersivi Naturali - Libro
Come farli in casa usando olio, cenere, soda e lisciva
Guida ai Detersivi Bioallegri
Tradizionali, ecologici e fai da te. Impariamo a conoscerli e ad usarli

Se proprio non piace l’odore che questi prodotti cedono al nostro bucato, si può optare per il classico rimedio della nonna: introdurre un paio di palline da tennis nel cestello della lavatrice. Fare attenzione che non cedano colore e non siano sporche di terra. Elimineranno l’elettricità statica prodotta dallo sfregamento dei tessuti con il metallo della lavatrice, che è la causa, come già detto, della rigidezza dei capi.

Anche appendere verticali, sulle grucce in legno, i capi più delicati, ed esporli al sole dell’estate. La luce naturale igienizza e ammorbidisce.

Dopo aver imparato questi trucchi, ci dimenticheremo totalmente degli ammorbidenti del supermercato, con risparmio di tempo – pensiamo a quanto ne trascorrevamo a ricercare le offerte per confrontare i prezzi dei diversi prodotti, per calcolare la durata del prodotto in termini di lavaggi – e di denaro e con la certezza di aver fatto del bene al nostro pianeta! E anche gli allergici ne trarranno giovamento, perché spesso il profumo a base chimica, scatena attacchi d’asma in chi è già predisposto.

Articoli correlati:

Ti è piaciuto questo articolo?
           

Lascia un Commento

{ 4 commenti… prosegui la lettura oppure aggiungine uno }

rosycitraro57 aprile 4, 2014 alle 1:51 pm

L aceto funziona benissimo. e non lascia odore i panni sono morbidissimi e freschi

Rispondi

maura marzo 18, 2013 alle 2:29 pm

l’acido citrico lo ottieni naturalmente dal limone:è il succo!

Rispondi

adina gennaio 6, 2013 alle 2:49 pm

sono di ferrara, dove trovo l’acido citrico ????qualcuno lo sa ??? grazie

Rispondi

Eleonora maggio 31, 2013 alle 6:33 pm

Lascia un commento


1 × = sette