Come fare un terrarium perfetto

di Cinzia Porfiri del 5 marzo 2014

Ecco tutti i nostri consigli pratici su come fare un terrarium perfetto

Quando eravamo piccoli, spesso nell’ora di scienze coltivavamo delle piccole piantine in contenitori di vetro sparsi per i banchi della classe: già allora era entusiasmante vedere le piantine crescere e prendersene cura per mantenerle in salute.

Con questo piccolo vademecum vorremmo proporvi di fare una cosa simile. L’idea, infatti, è quella di creare un terrarium, ovvero un piccolo giardino coltivato all’interno di un contenitore di vetro. Realizzarlo è davvero divertente e dà soddisfazione, inoltre lo possono fare tutti: anche chi non ha molto spazio in casa, potrà avere la sua piccola serra domestica.

SCOPRI COME: Rendere il terreno acido

Come fare un terrarium perfetto: cosa vi serve?

Prima di cominciare procuratevi tutto l’occorrente, vale a dire

  • piante a vostra scelta
  • un contenitore di vetro (anche per acquari)
  • pinzette
  • terriccio
  • sassolini
  • nebulizzatore

La domanda fondamentale è: quali piante usare? Sarà ovviamente necessario utilizzare varietà vegetali di piccole dimensioni, che abbiano un apparato radicare ridotto, che amano l’umidità e l’ombra. Se siete alle prime armi, scegliete piante che crescano con facilità e abbiano bisogno di poche cure (per esempio, Cruyptanthus bromelioides, Aechemea fulgens, Pellea rotundifolia).

LEGGI ANCHE: Come far crescere un alberello di avocado a partire dal nocciolo

COME FARE UN TERRARIUM PERFETTO – ISTRUZIONI

Veniamo ora al contenitore, che deve essere di vetro. La scelta è davvero ampia: bocce per pesci, vecchi acquari, lanterne, vasi, campane. Potete sbizzarrirvi, l’unico suggerimento che ci sentiamo di darvi è di evitare, per le prime volte, contenitori troppo piccoli o difficili da gestire: la bottiglia, ad esempio, può essere molto suggestiva come idea, ma anche difficile da realizzare a causa del ridotto diametro del collo.

come fare un terrarium perfetto

Donare un tocco di bellezza alla casa: ecco come fare un terrarium

Fatte le debite premesse, passiamo alle fasi operative:

1. Stendete uno strato di ghiaia sul fondo del contenitore (circa 2 cm).

2. Posizionate il terriccio, magari mescolandolo ad un po’ di muschio, che impedirà al terreno di scivolare verso il basso.

3.Piantumate le piantine (aiutandovi, se necessario, con delle pinzette). Questa è la parte più delicata. Dopo averle sistemate, aggiungete un altro po’ di terriccio (non troppo). A questo punto potete sbizzarrirvi, decorando il terrarium con sassolini colorati, conchiglie, piccoli elementi decorativi. In questo modo vostro piccolo giardino domestico sarà davvero unico!!

4. Inumidite le piantine e il terreno con il nebulizzatore.

POTREBBE INTERESSARE:  Come decorare con erbe e fiori

Ora potete sistemare il terrarium dove avete deciso. Un piccolo accorgimento: poiché le pareti di vetro del contenitore tendono ad amplificare la luce solare irradiata, cercate di posizionare il terrarium in un punto che non riceva direttamente la luce del sole. Andrebbero evitati anche i punti colpiti da ampia escursione termica oppure che abbiano molti spifferi.

La manutenzione del vostro piccolo giardino domestico è abbastanza semplice: basterà infatti controllare con frequenza l’umidità del terreno, provvedendo a bagnarlo quando necessario. A seconda delle piante che deciderete di usare, potete farvi consigliare dal fiorista per crescerle al meglio.

Come fare un terrarium perfetto: libri di ispirazione

E per finire eccovi qualche bel libro a cui ispirarvi.

 

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *