Come fare uno smacchiatore ecologico fai da te

di Salvo del 18 luglio 2016

E’ molto semplice imparare come fare uno smacchiatore ecologico con pochi ingredienti che si trovano in casa e… in più si risparmia rispetto ai costosi prodotti chimici che trovate in commercio!

Cosa ci porta a rivalutare uno smacchiatore ecologico? Un tempo, quando non esistevano prodotti chimici né, tanto meno, tintorie, lavanderie e lavasecco specializzate nel trattamento e nella pulizia dei tessuti, ci si arrangiava con quello che la natura e l’ingegno offrivano. I risultati erano alquanto apprezzabili, per cui proviamo a scoprire come fare uno smacchiatore naturale senza ricorrere a prodotti e sostanze chimiche ma con altrettanta efficacia.

Tra i molti prodotti ecologici ed economici per smacchiare i capi, ce ne sono alcuni che meritano di essere sperimentati vista la loro comprovata efficacia.

Aceto bianco

Tanto per citarne alcuni, l’aceto bianco è considerato lo smacchiatore ecologico e naturale per eccellenza. Aggiunto all’acqua fredda del risciacquo è in grado di eliminare macchie ostinate come quelle di inchiostro o di coca-cola.L’unica raccomandazione è di non usarlo sui tessuti acetati per non rischiare di macchiarli ancor di più!

SPECIALE: Come eliminare le macchie difficili in modo naturale e risparmiando

Succo di limone

Un altro rimedio della nonna quasi infallibile è il succo di limone, fenomenale a caldo sulle macchie di ruggine, a freddo su quelle di frutta. Il succo di limone è un ottimo smacchiatore ecologico per la rimozione di residui di calcare dalle superfici e anche uno straordinario ‘brillantante per vetri e cristalli.

Ma non è tutto. La natura ci offre tanti altre soluzioni in fatto di macchie.

Sapone nero liquido

Poco conosciuto in Italia, è un sapone liquido o in pasta prodotto a partire dalle olive e i noccioli, diffuso in Francia e nei paesi Mediorientali. Famoso come smacchiatore ecologico e naturale, è perfetto per trattare le macchie più ostinate di grasso sui tessuti e per pulire e smacchiare tutte le superfici di casa, dal legno alla ceramica. Applicato direttamente sulla macchia sul tessuto asciutto il sapone nero può essere usato in lavatrice al posto del detersivo classico. Va diluito perché è molto concentrato e maneggiato con cura perché abrasivo: ne bastano 2 cucchiai in 5 l d’acqua.

Sapone di Marsiglia

Per trattare le macchie prima di procedere con il normale lavaggio a mano o in lavatrice, in acqua fredda, potete usare il sapone di Marsiglia su qualsiasi tipo di tessuto sia di fibre naturali come il cotone e la lana, che sintetiche. E’ uno smacchiatore perfetto per moltissime macchie,  in particolare quelle di cacao, caffé, té, gelato e sangue. Va passata la saponetta sopra la macchia in modo energico e strofinare bene, dopodiché mettete in lavatrice. Meglio scegliere un sapone di Marsiglia ecologico.

Smacchiatore ecologico e naturale: il sapone di Marsiglia

Smacchiatore ecologico e naturale: il sapone di Marsiglia

Percarbonato di sodio

Gli sbiancanti ottici contenuti negli smacchiatori normali nascondono le macchie dai capi bianchi sfruttando perché rendono riflettente la macchia una luce azzurra e danno l’illusione che la macchia sia sparita. Così i vestiti sono più bianchi e sembrano puliti ma sono pieni di sostanze chimiche.  Il percarbonato di sodio è una valida alternativa per smacchiare e sbiancare i capi bianchi: libera ossigeno che ingloba le molecole di sporco e le trascina via con l’acqua. Non si usa su tessuti delicati ma funziona su tutte le macchie, tranne quelle di sangue; basta aggiungerne un cucchiaio nel cestello della lavatrice al momento del carico.

Fondi di caffé

Ecco un modo utile di riutilizzare i fondi di caffè. Avete sporcato la camicetta nuova versandovi sopra un cocktail o una bevanda zuccherina? Niente paura! Vi basterà tamponare con aceto bianco e alcol o strofinare delicatamente con i fondi del caffè.

Amido, bicarbonato e talco

Volete che le vostre scarpe da ginnastica siano sempre perfette? Dopo averle lavate e asciugate riempitele con della carta e spruzzatevi sopra dell’ amido sciolto in poca acqua e il gioco è fatto.

Presenti in qualsiasi dispensa, il talco, l’amido di riso o mais e il bicarbonato di sodio si utilizzano per tamponare tutte le macchie di grasso e unto sui vestiti.

Si cosparge la macchia e si lascia agire per mezz’ora prima di procedere con il lavaggio; poiché si tratta di polveri, assorbiranno l’unto dal tessuto.

Semplice da adottare, rapido, efficace ed ecologico: il rimedio fatto in casa non  è mai stato così green!

Sullo stesso filone di pulizie naturali trovi anche:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *