Come passare ai cosmetici naturali in 6 semplici mosse

di Eryeffe del 8 aprile 2015

Ecco come passare ai cosmetici naturali in 6 mosse, per godere finalmente della sicurezza di ingredienti naturali e delle proprietà senza il danno dei prodotti chimici.

Prendersi cura della propria bellezza significa porre un’attenzione particolare alle abitudini alimentari, allo stile di vita che conduciamo e al tempo che riusciamo a dedicare all’attività fisica. Benché fondamentali nella ricerca del benessere e dello stato di forma ottimale, tutti questi sforzi potrebbero non essere sufficienti a mantenere la nostra pelle bella, sana e luminosa come vorremmo.

Inquinamento, agenti atmosferici e stress

Sono questi i principali fattori ‘incontrollabili’ che possono nuocere alla salute della pelle, ecco perché è importante prendersene cura con prodotti naturali privi di sostanze chimiche dannose per il corpo. Abbracciare la cosmesi naturale non è posi così difficile, e se fatta gradualmente e con metodo la transizione verso i cosmetici naturali più adatti alla cura di viso e corpo vi regalerà molte soddisfazioni.

Leggi anche:

Vediamo come riuscire a dare una svolta ‘green’ alla nostra trousse in 6 semplici mosse.

Un prodotto per volta

Non occorre buttar via tutto e subito, ma una volta esaurito, sostituite ogni cosmetico con calma e criterio,  in modo da evitare ulteriori stress e spese superflue. E così risulterà anche più facile capire cosa risulta più fastidioso, tenendo traccia dei prodotti che si dismettono.

Controllare i marchi

Verificare la sicurezza delle marche di cosmetici che state utilizzando, magari facendo un rapido test sul sito dell’Environmental Working Group, nella sezione Skin Deep dove avrete modo di verificare il livello di sicurezza del vostro cosmetico. Se il risultato del test dovesse indicare un livello 1 o 2, vuol dire che il prodotto che state usando non è poi così male e non merita di essere cestinato immediatamente. Diverso il caso dei prodotti a codice rosso: il loro posto non è sulla vostra pelle ma nell’immondizia!

Partire dai prodotti che restano di più sulla pelle

Nella scelta dei primi cosmetici da sostituire con quelli naturali, il consiglio è di iniziare dai prodotti che rimangono più a lungo sulla pelle o che utilizzate più volte al giorno. In genere, le creme, i fondotinta, i correttori, i mascara e i rossetti sono quelli che vengono assorbiti in maggior quantità. Quindi maggiore è il loro grado di tossicità, più dannosi saranno gli effetti sulla pelle… Partite proprio da quelli.

Attenzione a chi dice di essere naturale, potrebbe essere solo greenwashing

Non fidatevi dell’aspetto di un prodotto che si ‘spaccia’ per naturale e leggete sempre con attenzione le etichette e la lista degli ingredienti. Non abboccate al tentativo di greenwashing messo in atto da molte aziende del settore.  Tenuto conto che non esiste una legge che stabilisca la qualità e quantità di ingredienti naturali perché un cosmetico possa definirsi tale, tutto dipende dall’onesta e dalla trasparenza del produttore. Diffidate dagli slogan ingannevoli che appaiono sul lato anteriore della confezione ma passate subito alla lettura del retro…

prodotti bellezza naturali

I prodotti di bellezza e cura del corpo naturali sono garanzia di maggiore sicurezza e hanno altrettanta efficacia di quelli chimici

Controllare le sostanze dannose

Verificate la presenza di alcune sostanze particolarmente dannose per la salute della pelle: profumi, parabeni, solfati e ftalati. Sull’INCI dovete considerate la percentuale di ingredienti veramente naturali presenti nel prodotto (nell’etichetta i primi posti sono occupati dagli ingredienti che sono presenti in percentuale maggiore nel prodotto). Se sono agli ultimi posti, i benefici per la vostra pelle saranno pochissimi. La quantità di oli essenziali e di molecole vegetali attive determinerà la qualità del cosmetico che avete di fronte e nella maggior parte dei casi inciderà in maniera significativa sul prezzo. Un piccolo trucco: se ai primi posti della lista ci sono nomi in latino, il prodotto è abbastanza sicuro, ma esistono ingredienti di qualità che non sempre sono riportati in latino (tocopherol o tocopheryl acetate è la vitamina E, panthenol sta per vitamina B5, titanium dioxide oppure zinc oxide sono l’ossido di zinco e titanio, glucoside sta per zucchero). Per poter essere considerati naturali, i cosmetici devono avere ingredienti derivati dalle piante come attivi principali.

cosmetici naturali

Come passare ai cosmetici naturali in 6 semplici mosse

Più informazioni possibili

Raccogliete il maggior numero di informazioni sulle aziende cosmetiche a cui state dando fiducia e non fatevi ingannare dai marchi pubblicizzati nelle riviste super patinate. La cosmesi naturale, non ha bisogno di lustrini per farsi notare.

Immagini via shutterstock.

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *