Come riciclare vecchi maglioni

di Erika Facciolla del 12 ottobre 2014

Saper riciclare in maniera creativa i capi vecchi e inutilizzati come i maglioni è uno dei modi migliori per evitare sprechi e ‘allungare la vita’ di indumenti che il più delle volte scartiamo perché semplicemente non ci piacciono più.

A chi non è mai capitato di trovarsi di fronte all’amletico dubbio se disfarsi oppure no di un vecchio maglione non più alla moda o pieno di buchi? Come per molti oggetti, anche il maglione può essere trasformato in qualcosa di utile e originale. E come sempre, per riuscire in questa piccola impresa, basta aguzzare l’ingegno e  liberare la fantasia, magari ispirati da qualche utile suggerimento di riciclo creativo.

Cominciamo col dire che se il vostro golf è ormai immettibile, usurato dal tempo e da tutte le volte che lo avete indossato, un modo sempre valido per non farlo diventare immondizia è donarlo ai canili o gattili della vostra città. Assieme alle vecchie coperte, i maglioni sono l’articolo più richiesto dai gestori dei ricoveri per animali, soprattutto d’inverno quando occorre attrezzare bene le cucce e scaldare i loro piccoli ospiti. E se è la cesta del vostro gatto ad avere bisogno di morbidi ‘rinforzi’ per diventare più accogliente, potreste imbottire un cuscino con la lana del maglione per la felicità del vostro piccolo amico.

riciclo creativo gatto

Un esempio di come vecchi golf e felpe possono essere una manna per i nostri amici a quattro zampe

Se, al contrario, il maglione in questione è ancora in condizioni dignitose, con qualche trucchetto potrebbe diventare un originalissimo rivestimento per rinnovare l’aspetto dei cuscini. In questo caso utilizzerete la parte centrale del capo, tagliandola della misura desiderata e ricucendola con del filo colorato sull’imbottitura del cuscino stesso. Con gli avanzi di lana ed eventuali bottoni, potreste personalizzare il tutto creando inserti divertenti o una tasca in cui riporre il telecomando.

CURIOSITA’: La macchina per “disfare la maglia” a pedali: come riciclare vecchi maglioni di lana

Le maniche dei maglioni, poi, si prestano perfettamente per creare una quantità di oggetti utili per tutta la famiglia. Vediamone alcuni:

  • Sciarpa: ritagliate le maniche e cucitele insieme a macchina. Potete arricchirla con spille o applicazioni colorate e creare delle frange alle due estremità rifinendole a mano con ago e filo.
  • Copri-tazza e copri-bottiglie di lana: semplicissimi da creare, basta ritagliare di misura la parte della manica necessaria a coprire la nostra tazza preferita o le bottiglie di liquore. Perfetti anche come regalo fai-da-te o per dare un tocco in più alla tavola.
  • Scalda collo: l’idea è del tutto simile a quella della sciarpa, ma questa volta avrete bisogno di meno stoffa e di un paio di bottoni con cui fermare lo scalda collo. Un accessorio che, all’occorrenza, può anche diventare un pratico copricapo semplicemente sollevando la parte posteriore.
  • Calze della befana: nulla di più facile che tagliare alle due estremità le maniche del vostro golf e cucirle da una parte in modo che possano contenere dolci e carbone in uno dei giorni dell’anno più atteso dai bambini. Al vostro estro il compito di personalizzare le calze per ognuno dei componenti della famiglia.
  • Guanti senza dita: per realizzarli occorrono dieci minuti, un paio di forbici, ago e filo. Tagliate la manica all’altezza che preferite e cucite bene il contorno in modo da adattare i guanti alla misura del braccio/polso. Con la parte inferiore del maglione (l’angolo al di sotto della manica) potere creare anche dei guanti tradizionali aiutandovi con un carta-modello sul quale riporterete la sagoma della mano.

Se con il cambio di stagione i maglioni inutilizzati fossero più d’uno potreste ricavarne una morbida e calda coperta cucendoli assieme con la tecnica del patchwork. Basterà ritagliare da ogni capo la parte più larga e cucirla assieme alle altre in modo da creare disegni geometrici o sagome colorate. Ogni ‘quadrotto’ di lana deve essere unito all’altro cucendolo dal rovescio (meglio se a macchina) in modo da formare dei grandi rettangoli o quadrati.

Ricordate di ridefinire bene i bordi rinforzandoli con uno scampolo di cotone in modo da evitare sfilacciamenti.

patchwork

E’ possibile sbizzarrirsi con i patchwork: ecco un bell’esempio di coperta

Un po’ come i jeans, anche i maglioni possono essere riciclati per creare pratiche borse o pochette porta-pc e tablet. Per realizzare una shopper alla moda e pratica per i piccoli acquisti quotidiani bisognerà per prima cosa creare la sagoma della borsa ritagliando lo scollo del maglione e le maniche, lasciando sulle spalle 4-5 cm di stoffa sufficienti a creare i manici. Rifinite i bordi con ago e filo di colore adatto in modo che nessuna parte si sfilacci. A questo punto, procedete alla chiusura della parte inferiore del maglione tracciando una linea retta appena al di sopra del bordo e cucite al rovescio utilizzando la macchina da cucire in modo che la vostra borsa sia sicura e robusta.

RICICLO INNOVATIVO: Un progetto italiano trasforma i vecchi maglioni in fertilizzanti

Con la lana avanzata tagliata a striscioline e degli inserti di nastro colorato, potreste creare delle simpatiche decorazioni a forma di fiore o coccarda da applicare con una spilla sulla borsa. Per dar vita ad una eco-pochette in lana in cui riporre il vostro laptop o tablet seguite lo stesso procedimento ma ritagliate la sagoma riportando le misure esatte dell’oggetto. Se l’idea è quella di ottenere semplicemente una custodia anti-graffio potete fare a meno dei manici.

Ma ci possono essere anche altre risposte alla domanda su come riciclare vecchi maglioni. L’importante è non essere convinti che il vecchio maglione infeltrito non possa rivivere sotto altre spoglie e vedrete che vi si aprirà un mondo!

LEGGI ANCHE: Riciclo creativo: come riutilizzare i jeans

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *