Come tinteggiare le pareti in modo naturale

di Erika Facciolla del 10 luglio 2014

La nostra guida su Come tinteggiare le pareti in modo naturale

Voglia di rinnovare le pareti di casa? Per ridare freschezza o un tocco di colore all’ambiente domestico la scelta migliore è quella di utilizzare pitture e vernici naturali che a differenza di quelle sintetiche sono ecologiche e sicure, pur garantendo medesime rese estetiche e una lunga tenuta. I motivi per scegliere prodotti naturali, anche in questo caso, sono innumerevoli.

SCOPRI: Pittura fai-da-te: i colori a base di latte

Per prima cosa, durante il loro ciclo produttivo le pitture ecologiche producono pochissime scorie tossiche rispetto all’equivalente sintetico, e questo vuol dire un impatto più basso sull’ambiente. Basti pensare che 1 kg di vernice sintetica equivale a ben 100 kg di rifiuti speciali prodotti, e che da ogni tonnellata di pittura evapora qualcosa come 400 kg di solventi dannosi per l’ambiente, gli animali e l’uomo.

In secondo luogo, le pitture ecologiche non vengono testate sugli animali e risultano molto più affidabili per la salute dell’uomo garantendo minori rischi di sensibilità e allergie ai loro componenti. Questi prodotti, inoltre, sono microporosi e traspiranti, il ché significa che col passare del tempo non scrostano, non gonfiano e prevengono la formazione di muffe e umidità.

LEGGI ANCHE:Come scegliere la pittura più sicura per la nostra salute

A differenza di quelle chimiche, tali pitture sono anche molto più semplici da utilizzare poiché si lavano via con facilità da rulli e pennelli senza l’ausilio di prodotti chimici detergenti, ma soltanto con acqua e sapone. Certo, le vernici naturali asciugano più lentamente, ma di contro si stendono facilmente, sono completamente inodore e non accumulano cariche elettrostatiche.

I componenti utilizzati nelle eco-pitture vengono ricavati da estratti vegetali, terre o dal rame. Per miscelarli si usa l’olio di lino o la semplice acqua, mentre per legare e amalgamare si ricorre soprattutto al tuorlo d’uovo, la caseina, il latte, l’amido o la colla di pesce. Talco, argilla, sabbia, gesso o polvere di marmo sono gli espedienti più efficaci a cui si ricorre per ‘rinforzare’ le miscele.

LI CONOSCI? Colori naturali per la casa fai-da-te

Questo tipo di vernici e pitture si possono acquistare nei negozi specializzati, ma con un po’ di pazienza e buona volontà possono  essere auto-prodotte direttamente in casa a partire da semplici ‘ingredienti’ come quelli appena citati. Per piccoli ritocchi o per la tinteggiatura di pareti di dimensioni modeste, potreste creare una vernice naturale miscelando un po’ di calce di buona qualità, acqua, e qualche cucchiaio di ricotta stemperata. Con questa miscela si ottiene una vernice bianca 100% green. Per dare colore alla base le scelte possibili sono due:

1) Comprare dei pigmenti concentrati specifici per idropitture nei negozi di bricolage o in ferramenta

2) Procurarsi campioni di terra e scioglierli in acqua bollente

In quest’ultimo caso il composto ottenuto dalla terra e l’acqua calda dovrà essere miscelato con la calce stemperata e lasciato in posa per una settimana avendo cura di mescolare ogni giorno prima di essere utilizzato sulle pareti.

APPROFONDISCI: Come tingere vestiti e tessuti in modo ecologico

Le eco-pitture possono essere arricchite con altri elementi a seconda dell’effetto desiderato. Per essiccare, deumidificare e profumare, ad esempio, si possono utilizzare Sali di boro, olii essenziali (come agrumi o menta), aceto, cera d’api e sapone di Marsiglia. In questo modo l’imbiancatura domestica non si trasformerà nella solita operazione fastidiosa e ‘intossicante’ a cui siamo abituati.

Un’altra ‘ricetta’ sperimentabile per produrre una vernice sana e naturale prevede l’uso di latte, zucchero, amido e acqua. Sul sito www.calcelatte.it  è possibile acquistare appositi kit completi degli attrezzi per realizzare il quantitativo di tinta a calce sufficiente a imbiancare 100mq di superficie (20 litri). Una volta stesa sulle pareti, la calce così ottenuta igienizza ed elimina le muffe, mentre l’effetto ‘iridescente’ dei cristalli di calcite esposti alla luce solare donano un colore brillante senza eguali. Un gioco da ragazzi per chi ama divertirsi con il fai-da-te!

LEGGI QUESTO: Alcuni trucchi per rendere eco-friendly la camera dei bambini

Grande risparmio, nessuna esalazione tossica, zero polimeri e massima resa: di quanti altri buoni motivi abbiamo bisogno per rendere la nostra casa davvero ecologica?

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *