Come vivere senza soldi, secondo Mark Boyle

di Elle del 28 novembre 2013

Il 34enne inglese Mark Boyle, laureato in Economia e Finanza, ha reagito in modo drastico e radicale alla ricerca di lavoro e alle difficoltà economiche: nel 2008, infatti, ha optato per una diversa prospettiva di vita che gli consente di vivere senza soldi.

Per due anni Mark ha condotto una vita a costo zero abitando in una roulotte donata da un amico, mangiando ortaggi e frutta del suo orto e alimenti scartati o regalati da altri; per l’energia ha utilizzato un pannello solare, il suo ultimo acquisto, mentre per i vestiti e altri generi di prima necessità ha potuto contare sul baratto con contadini presso cui ha prestato il suo lavoro.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Il mondo fino a ieri, libro di Jared Diamond

A seguito di questa esperienza, il moneyless man Boyle ha scritto un libro (dal titolo diThe moneyless man’, appunto, ovvero l’uomo senza soldi) con cui ha potuto ricavare il denaro necessario ad aprire un sito in cui fornisce consigli e suggerimenti per una vita low cost; il successo del suo stile di vita lo ha spinto a lanciare sul web un manifesto moneyless‘ da cui è nata una comunità ispirata al taglio delle spese superflue.

La scelta di vita di Boyle ha permesso di guardare dall’interno al mondo dello spreco e del consumismo che caratterizza la nostra società, evidenziando quanto è davvero essenziale per la nostra vita.

{ 1 comment… read it below or add one }

barbara marzo 1, 2015 alle 11:31 am

Non mi sembra che si sia del tutto slegato dallo stile di vita consumistico dal quale voleva scappare, infatti ha potuto cominciare solo grazie all’elemosina di altri (roulotte e cibo) altrimenti…
Se si fosse costruito una capanna da solo e fosse vissuto solo di quello che gli dava la natura ed il suo orto…

Rispondi

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *