Costipazione intestinale significato e come evitarla

by Elle on 9 maggio 2016

Vi illustriamo alcuni utili accorgimenti e rimedi naturali per contrastare la costipazione intestinale, spesso fonte di imbarazzo e disagio personale.

La costipazione intestinale (anche nota come stipsi o stitichezza) descrive un disturbo gastrointestinale contraddistinto dalla difficoltà di evacuazione delle feci, accompagnato spesso da altri sintomi correlati, come cefalea, dolori e gonfiore addominale, di cui spesso si ha qualche remora a parlare, anche con il proprio medico di fiducia; si tratta, tuttavia, di una condizione che può influenzare la vita quotidiana e rischia di inficiare il proprio benessere psicofisico, se non affrontata nel modo più adeguato.

Ognuno di noi può soffrire o aver sofferto di costipazione, ma solitamente si tratta di una condizione temporanea e non grave, legata, ad esempio, ad una dieta non equilibrata in quel preciso periodo.

La gravità della costipazione è correlata, invece, al protrarsi di questo sintomo, tale da configurare una condizione cronica: si presenta quando la difficoltà di svuotamento dell’intestino tramite le feci si verifica alquanto spesso, riducendo la frequenza fisiologica a meno di 3 volte a settimana.

Prima di ricorrere all’aiuto di lassativi, sia nei casi temporanei che in quelli cronici, tuttavia, è bene provare innanzitutto a modificare le proprie abitudini di vita e tentare anche con l’adozione di buone pratiche contro la costipazione intestinale, che possano permettere di contrastare la sintomatologia fonte di disagio e imbarazzo.

Buone pratiche per evitare la costipazione intestinale

La regolarità delle nostre funzioni intestinali è decisamente influenzate dalle routine e dai ritmi di ogni giorno, spesso frenetici ed intensi; imporsi alcune sane abitudini è fondamentale per garantirsi il benessere del proprio corpo.

  1. Mangiare giornalmente in modo vario ed equilibrato, includendo alimenti ricchi di fibre, è uno degli obiettivi da raggiungere per riacquistare la regolarità intestinale: non potranno pertanto mancare porzioni di frutta e verdura durante i pasti, insieme a cereali integrali. Anche una corretta idratazione è basilare per stimolare la regolarità intestinale: bere più acqua e succhi di frutta, quindi, sono misure consigliate non solo per evitare la disidratazione ma anche per facilitare l’ammorbidimento delle feci agevolando il loro passaggio nell’intestino; andranno, invece, fortemente ridotte o bandite bevande alcooliche, gassate e contenenti caffeina. Un altro consiglio per scongiurare il rischio di stipsi parte dal modo con cui si mangia: prendersi il proprio tempo, per quanto possibile, non ingurgitando il cibo troppo velocemente servirà a evitare la formazione di gas intestinali.
  2. L‘esercizio fisico è un altro valido alleato per stimolare la funzionalità intestinale nei casi di stitichezza non occasionale: per contrastare la pigrizia dell’intestino non resta che provare a sollecitarla con del regolare movimento, come passeggiate o jogging. Altri accorgimenti utili come strategie di contrasto alla stipsi consistono nell’imparare a rilassarsi anche attraverso la respirazione; per questo motivo, una disciplina come lo yoga potrà rivelarsi facilmente efficace.
  3. Ricorrere a rimedi naturali per combattere la costipazione: occorre menzionare alcune piante, tra cui il tarassaco che, grazie alle sue proprietà nutrizionali, permette di depurare l’organismo e di favorire i processi digestivi; può essere assunto attraverso tisane depurative a base dell’estratto di questa pianta. Anche la melassa rientra tra i rimedi naturali per combattere la costipazione: questo denso sciroppo dolce, ricavato dalla canna o dalla barbabietola da zucchero, infatti, possiede proprietà lassative soprattutto se consumato quotidianamente al mattino mescolandone due cucchiaini ad un po’ di acqua bollita.
  4. Dedicare il tempo necessario: può apparire banale, ma anche un consiglio apparentemente scontato come quello di prendersi il tempo necessario per andare in bagno o non ignorare l’urgenza dello stimolo possono essere utili per favorire la regolarità delle funzioni intestinali.
costipazione intestinale

Costipazione intestinale: le 4 buone pratiche per evitarla

Non bisogna, tuttavia, ignorare come la costipazione cronica possa rivelarsi un vero e proprio campanello d’allarme per l’insorgenza di patologie, per cui è preferibile approfondire attraverso opportuni controlli specialistici.

Eccovi altri consigli sempre naturali sul tema dei disturbi intestinali

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *