Dieta del supermetabolismo: cos’è, benefici e ricette

di La Ica del 10 giugno 2017

Ideata nel 2013, dalla nutrizionista Haylie Pomroy e portata alla ribalta da star come Jennifer Lopez e Reese Witherspoon, la dieta del supermetabolismo si fonda su riequilibro e disintossicazione. Funziona davvero? Vediamo meglio di cosa si tratta.

Attraverso un piano settimanale che si fonda sulla rotazione dei cibi, la dieta del supermetabolismo promette di far perdere circa 5-6 chili in un mese. Merito delle combinazioni alimentari, che hanno il potere di riattivare il metabolismo, stimolare le ghiandole surrenali e riequilibrare il fegato.

Dieta del supermetabolismo: come funziona

La dieta del supermetabolismo si suddivide in tre fasi cicliche di circa 2-3 giorni l’una.

La prima permette di consumare soprattutto frutta e cereali. Lunedì e martedì dunque, sì alle verdure a foglia verde, a funghi e Solanacee.

Via libera, anche se in modo sporadico, a proteine magre ed amidacei, mentre sono banditi i latticini.

Durante la seconda fase, in atto mercoledì e giovedì, è necessario alimentarsi con verdure e proteine, stavolta in maggior quantità. Preferire pesce, salumi leggeri e carni bianche. No invece a cereali, frutta e latticini, fatta eccezione per due frutti contenenti poco zucchero, come limone e lime.

Nell’ultima fase di venerdì, sabato e domenica, i pasti saranno a base di frutta, cereali, proteine e grassi buoni. Oltre alle verdure a foglia verde, sono tollerati i legumi e i latticini. Ammesse anche carni bianche e pesce, cereali e amidacei, e grassi come olio d’oliva e burro d’arachidi.

Vanno sempre esclusi dalla dieta zuccheri raffinati, cibi con conservanti e OGM, succhi di frutta, alcol e caffè. Gli alimenti, consumati freschi, dovranno provenire da allevamenti bio e a km zero.

dieta del supermetabolismo

La dieta del supermetabolismo prevede che gli alimenti utilizzati, provengano da allevamenti bio e imprese agricole a km 0

La dieta impone quindi di mangiare poco ma spesso, infatti si compone di 5 pasti quotidiani. Imperativo bere tanta acqua. Ma sono concessi anche il brodo di manzo sgrassato, la salsa di pomodoro, le tisane non zuccherate e il tè deteinato.

Il tutto da abbinare ad un’attività fisica regolare. Inizialmente, meglio prediligere l’attività aerobica, per poi passare al sollevamento pesi, che massimizza il consumo calorico.

Leggi tutto sulle altre famose diete dimagranti:

Dieta del supermetabolismo: benefici

La dieta del supermetabolismo è stata definita, dagli esperti del settore, ‘bilanciata’. Pertanto può essere effettuata nei casi di emergenza (per esempio a ridosso della prova costume), per una settimana soltanto e a cicli. Infatti la riduzione calorica è contenuta ma efficace.

dieta del supermetabolismo

Con la dieta del supermetabolismo si possono perdere dai 5 ai 10 chili. Ma sottopone al rischio di subire l’effetto yo-yo

Si configura dunque come una dieta efficace nel breve termine.

Le controindicazioni della dieta del supermetabolismo

Se portata avanti per molto tempo infatti, la dieta del supermetabolismo può sottoporre a carenze. Inoltre non aiuta alla formazione di una sana cultura alimentare. Tipico, in questo caso, è l’effetto yo-yo, che porta a riguadagnare i chili persi una volta terminato il regime.

Dieta del supermetabolismo: alcune ricette

Un piano settimanale tipico per la dieta del supermetabolismo, è il seguente:

Prima fase: lunedì

  • Colazione: Frullato di frutta fresca e fiocchi d’avena
  • Spuntino: 2 mele
  • Pranzo: Insalata di quinoa con verdure di stagione
  • Spuntino: 1 Arancia
  • Cena: Pollo e riso d’accompagnamento
dieta del supermetabolismo

Nella dieta del supermetabolismo non sono ammessi pizza e pasta. Ma è possibile consumare riso, orzo, avena e quinoa

Prima fase: martedì

  • Colazione: Pane tostato e fragole
  • Spuntino: 1 mango
  • Pranzo: Orzo con tonno e melanzane
  • Spuntino: 2 pere
  • Cena: Filetto di maiale con broccoli.

Seconda fase: mercoledì

  • Colazione: Omelette di albumi con verdure
  • Spuntino: Affettato di tacchino con zucchine e funghi
  • Pranzo: Pesce cotto al vapore con verdure
  • Spuntino: Toast di prosciutto cotto, pomodori e insalata
  • Cena: Bresaola con peperoni
dieta del supermetabolismo

Nella seconda fase della dieta del supermetabolismo si consumano soprattutto proteine. Preferire gli affettati magri, il pesce e le carni bianche

Seconda fase: giovedì

  • Colazione: Omelette di albumi con funghi e zucchine
  • Spuntino: 3 uova sode senza il tuorlo
  • Pranzo: Peperoni ripieni di tonno
  • Spuntino: Salmone affumicato con verdure grigliate
  • Cena: Fesa di vitello con insalata e pomodori
dieta del supermetabolismo

Nella prima e seconda fase della dieta del supermetabolismo sono banditi i latticini

Terza fase: venerdì

  • Colazione: Pane tostato con uovo
  • Spuntino: Una manciata di mandorle
  • Pranzo: Insalata con tonno
  • Spuntino: Frittelle di grano saraceno
  • Cena: Pesce con patate
dieta del supermetabolismo

Avocado, semi e frutta secca sono lo spuntino perfetto della terza fase della dieta del supermetabolismo

Terza fase: sabato

  • Colazione: Pane tostato con burro d’arachidi
  • Spuntino: Frullato di frutta fresca
  • Pranzo: Legumi con verdure
  • Spuntino: Macedonia con avocado
  • Cena: Lonza di maiale con verdure
dieta del supermetabolismo

Nella terza fase della dieta del supermetabolismo entrano in gioco i legumi

Terza fase: domenica

  • Colazione: Frullato di frutta fresca
  • Spuntino: Pinzimonio
  • Pranzo: Pesce spada con broccoli
  • Spuntino: Una manciata di nocciole
  • Cena: Zucca al forno ripiena di verdure e carne

Potrebbero interessarvi anche:

 

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *