Dieta Scarsdale: cos’è e quali sono i suoi limiti

di Alessia del 24 maggio 2017

Con la dieta Scarsdale si può davvero si può perdere peso con un regime alimentare iperproteico di sole due settimane?

Fu ideata negli anni ’70 dal cardiologo Herman Tarnower. Insieme a Samm Sinclair Baker pubblicò nel 1979 il libro The Complete Scarsdale Medical Diet, diventato subito bestseller.

Il fulcro chiave di questa dieta è il basso contenuto di grassi e carboidrati e un regime del tipo iperproteico. La durata è di sole due settimane e per questo si definisce come dieta lampo.

Cerchiamo di capire quali sono i cibi permessi e come viene combinata la dieta anche nella fase di mantenimento.

Dieta Scarsdale: come funziona

Il principio alla base di questa dieta è che si debbano ridurre il più possibile i carboidrati a favore delle proteine. Dopo anni di studi e di sperimentazioni, il dottor Tarnower è giunto così alla stesura di una dieta da 1200 calorie al giorno. Chi riesce a portare a termine questo regime alimentare può assicurarsi una perdita di peso fra i 3 e i 7 kg.

La suddivisione dei nutrienti risulta essere così organizzata: 43% di proteine, 34.5% di carboidrati e 22.5% di grassi. In qualche modo questa combinazione che privilegia le proteine sembra ricordare la Dieta Atkins, ma qui sono previsti anche frutta e carboidrati integrali.

Dieta Scarsdale completa: 14 giorni

In base alla dieta Scarsdale ogni giorno si può scegliere tra 5 diversi menù, nei quali non sono indicati i grammi per ogni categoria di nutrienti, ma solo quali alimenti mangiare nello specifico. Questo significa che si ha la massima libertà di gestire le porzioni, con l’intento di educare la persona ad una alimentazione corretta.

dieta scarsdale benefici

La dieta Scarsdale consente il consumo di frutta

Bisogna seguire questo regime per 14 giorni, in teoria senza sgarrare. Terminato questo lasso di tempo, si entra nella Keep Trim Phase, la fase di stabilizzazione, dove si ha la possibilità di variare maggiormente con gli alimenti. Anche questa fase ha una durata di 14 giorni.

L’intero ciclo può essere ripetuto quante volte si vuole, ma a distanza di tempo. Uno degli aspetti sicuramente innovativi è la possibilità di scegliere tra menù vegetariani e menù a basso costo, pensati per chi ha a disposizione un budget ridotto per la spesa.

Dieta Scarsdale: programma

Proviamo a vedere ora quali alimenti sono compresi nella dieta. Partiamo dal precisare che sono aboliti olio e burro. Gli unici condimenti ammessi sono le spezie, il limone e l’aceto. Non è ammesso neanche lo zucchero, se non sotto forma di dolcificanti.

Non sono previsti spuntini né al mattino né al pomeriggio. Per eventuali attacchi di fame si suggeriscono sedano o carote. Si raccomanda di bere almeno 2 litri di acqua al giorno. Inoltre, considerato lo scarso apporto calorico, sarebbero da evitare tutte le attività fisiche che richiedono tanta energia.

La colazione è sempre uguale tutti i giorni: frutta +1 fetta di pane integrale +caffè o té senza zucchero o con dolcificante.

dieta scarsdale di 14 giorni

Carne e verdure sono i capisaldi della dieta Scarsdale

Lunedì

  • pranzo: carne cotta alla griglia o al vapore e verdura
  • cena: pesce magro o crostacei, insalata, 1 fetta di pane integrale e frutta.

Martedì

  • pranzo: frutta a volontà
  • cena: carne e verdure

Mercoledì

  • pranzo: tonno e 1 frutto
  • cena: carne e insalata con ortaggi

Giovedì

  • pranzo: due uova, formaggio fresco magro, verdura
  • cena: carne e verdure

Venerdì:

  • pranzo: formaggio magro, verdure e 1 fetta di pane integrale
  • cena: pesce magro o crostacei, insalata mista e 1 fetta di pane integrale

Sabato

  • pranzo: frutta a volontà
  • cena: carne, insalata mista e frutta

Domenica

  • pranzo: carne e verdure, frutta
  • cena: insalata mista e tonno.

Dieta Scarsdale: mantenimento

Superati questi primi 14 giorni, si entra nella fase di mantenimento. In questo nuovo regime sono integrati alimenti non contemplati in precedenza.

  • condimenti, come il ketchup
  • olive e sottaceti
  • 1 bicchiere di vino o di birra al giorno
  • pasta e riso integrali
  • latte scremato
  • marmellate e confetture senza zuccheri
dieta scarsdale programma completo

Il limone è tra i pochi condimenti ammessi

Dieta Scarsdale vegetariana

Anche i vegetariani potranno beneficiare di questa dieta, in quanto sono stati previsti i sostituti della carne.

Via libera quindi a legumi come i fagioli, soia e altre proteine vegetali. Le regole rimangono le stesse, quindi niente zuccheri, niente condimenti, niente alcool.

Per fare un esempio, il lunedì il pesce viene sostituito con due fette di formaggio, mentre il martedì la carne lascia il posto a una patata bollita e fiocchi di latte.

Dieta Scarsdale: le opinioni dei medici

Questa dieta è stata duramente attaccata a causa dell’approccio iperproteico e dello scarso equilibrio tra i vari nutrienti. Dal momento che i carboidrati sono ridotti al limite, l’energia necessaria viene presa dalle proteine.

Ingerire però grossi quantità di carne fa sì che si accumulino scorie metaboliche azotate, pericolosissime per la salute. Potrebbero verificarsi a lungo andare decalcificazione delle ossa (a causa del divieto di latte), acidosi, uricemia e calcoli renali.

Tuttavia, bisogna ribadire che le prescrizioni raccomandano di seguire la dieta solo per due settimane, quindi l’organismo non dovrebbe subire conseguenze così definitive.

Bisogna quindi fare attenzione al fai da te e non prolungare oltre la dieta, sperando di perdere ulteriore peso.

Raccomandatevi sempre al vostro medico di fiducia e rivolgetevi ad un dietologo o nutrizionista per verificare la fattibilità di questa dieta in funzione del vostro stato di salute. Le donne in stato di gravidanza dovrebbero assolutamente evitarla.

Sul tema diete e dimagrimento, ecco altri approfondimenti utili:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *