Dodicesima tappa di Gira&Coltiva, l’azienda agricola ‘Fonte Trocchi’ a Tufillo (CH)

di Rossella del 10 febbraio 2013

La tappa numero 12 di Gira&Coltiva è in Abruzzo. Siamo a Tufillo, vicino a Chieti, e si lavora all’azienda biologica Fonte Trocchi. Se ti interessa cercare un agriturismo o un’aziende agricola bio in Italia, guarda la nostra grande guidahttp://bio.tuttogreen.it/

Ecco cosa ci raccontano Toti e Silvia.

“Volevano fortemente fare una tappa in Abruzzo durante il nostro viaggio. La nostra visita a Fonte Trocchi è stata l’ennesima conferma che basta veramente mettersi per strada, drizzare le antenne e il percorso si crea da solo.

Siamo arrivati a Tufillo (provincia di Chieti) per una serie di coincidenze e, si sa, le scoperte fatte in questo modo finiscono per essere le più interessanti.

Tufillo è un paesino di appena 400 anime, arroccato su un monte al confine con il Molise. In questa cornice Nikolas e Federica hanno deciso di realizzare il loro progetto. Sono due giovani che dopo aver viaggiato e fatto esperienza come volontari in Italia e all’estero, hanno deciso dimettere radici, per cercare di farcela da soli ed essere completamente autosufficienti.

Come potevamo non andare a conoscerli? A parte il lavoro agricolo, si dedicano con tantissima passione anche all’artigianato. Anzi, sono dei veri artisti. Lavorando la terra cruda e l’argilla hanno creato diversi oggetti tra cui dei vasi per contenerei semi e i cereali. Riciclando e riutilizzando materiali di scarto stanno sistemando la loro piccola e accogliente casetta. Hanno anche costruito un efficiente forno per la cottura della terracotta e della ceramica. Il forno è al contempo un’opera d’arte, perché riproduce ironicamente le forme di una centrale nucleare!

In casa non si può non notare la rocket stove che hanno costruito e adattato alle loro esigenze per cucinare e riscaldare l’ambiente e l’acqua. Si tratta di una stufa (stove) detta ‘a razzo’ per la sua caratteristica forma a tronco di cilindro (rocket) che va a legna ed è ad altissimo rendimento.

Abbiamo passato insieme 2 settimane molto intense e nello stesso tempo serene grazie all’atmosfera piacevole che si respirava in casa e nell’aria dei campi. Insieme a Nikolas e Federica abbiamo costruito un forno a legna in terra cruda, realizzato qualche vaso e approfondito alcuni aspetti di questa antica e affasciante tecnica di lavorazione.

Noi li abbiamo aiutati nella preparazione dei campi per la coltivazione di ceci e cereali per l’autoconsumo. Conoscere realtà come la loro riempie di ottimismo ed è bello vedere che esiste veramente un altro modo di vivere.”

Concordiamo con Toti e Silvia. Il progetto di questi due ragazzi dimostra come seguire le proprie idee permette anche la realizzazione di un sogno.

Ecco anche le foto di questa nuova esperienza: http://www.facebook.com/media/set/?set=a.473874065980025.113643.206424632724971&type=3

Potete seguire le altre avventure dei nostri due amici già pubblicate:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *