Dolcetti veloci: le ricette più semplici

di Magi del 14 novembre 2016

Scopriamo come preparare dei dolcetti veloci con le nostre ricette: sono adatte ai bambini ma non solo, piaceranno anche a voi 😉

Ecco a voi tre proposte per preparare dei dolcetti veloci, sani, con la giusta dose di grassi e senza conservanti, utilizzando ingredienti sani.

Sono ricette semplici e adatte a chi voglia provare questa esperienza anche con i bambini.

Per la cottura, è bene utilizzare stampini piccoli, tipo quelli da crème caramel o da soufflé, imburrati e infarinati: una pratica alternativa sono i pirottini usa e getta in carta biodegradabile, perché non serve neanche ungerle. Fai attenzione: per via della lievitazione in cottura, le formine non vanno riempite per più di 1/3.

Dolcetti veloci: cookies al cioccolato (dosi per circa 10 dolcetti)

  • 2 uova
  • 120 gr di zucchero semolato
  • 130 gr di farina 00
  • 20 gr di fecola di patate
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci
  • 100 gr di burro
  • 50 gr di cioccolato fondente

Dolcetti veloci: le ricette più semplici

Preparazione. In una terrina mescolate con una frusta elettrica le uova con lo zucchero e, quando il composto è spumoso, unite il burro fuso. Aggiungete poi la farina, il lievito e la fecola setacciati e mescolate bene.

Lavorate il tutto fino a ottenere una pastella omogenea. Tritate grossolanamente il cioccolato e unitelo alla pastella. Versate negli stampini mono-porzione ben imburrati e infarinati e cuocete nel forno già caldo a 160° per circa 20 minuti.

Dolcetti veloci: plumcake veloce (dosi circa 8/10 dolcetti)

  • 2 uova
  • 150 gr di zucchero 
  • 1 bicchiere di latte anche vegetale
  • 100 ml di olio di semi
  • scorza di limone grattugiata
  • 250 gr di farina 00
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 1 presa di sale

Preparazione. In una terrina mescolate con una frusta elettrica le uova con lo zucchero finché diventa chiaro e spumoso, unite il latte e l’olio, e la scorza del limone. Aggiungete la farina setacciata ed il sale.

Ora unite il lievito e dopo aver mescolato brevemente, versate in stampini imburrati e infarinati e cuocete a 160° per circa 15-20 minuti. E’ possibile aggiungere nel composto una mela tagliata a dadini.

Dolcetti veloci: tortine di mandorle e carote (dosi per circa 8/10 dolcetti)

  • 250 gr di carote
  • 2 uova
  • 180 gr di zucchero semolato
  • 80 gr di olio di semi (oppure metà olio e metà yogurt)
  • 170 gr di farina 00
  • 30 gr di fecola di patate
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 80 gr di farina di mandorle oppure mandorle già spellate
  • il succo di 1 arancia (120 ml)

Dolcetti veloci: tortine di mandorle e carote

Preparazione. Sbucciate e grattugiate finemente le carote in un mixer e versate il succo di arancia. Avviate ancora e riducete in purea.

Tritate anche le mandorle nel mixer. In una terrina mescolate le uova con lo zucchero con la frusta elettrica finché il composto sarà raddoppiato di volume e spumoso. Aggiungete l’olio, la purea di carote e le mandorle tritate o la farina di mandorle.

Mescolate e aggiungete la farina, la fecola ed il lievito setacciati. Ungete degli stampini di crème caramel e versate il composto. Cuocete nel forno già caldo a 180° per circa 20 minuti.

A proposito di carote, provate anche i muffin alle carote e la ciambella alle carote senza uova

Buon appetito a tutti!

{ 2 comments… read them below or add one }

valentina luglio 6, 2012 alle 10:41 am

ciao, vi seguo con molto interesse e credo che queste ricettine siano buone, semplici e gustose. Ma credo che non dovreste promuovere sul vostro sito l’uso di zucchero semolato (che sappiamo essere nocivo per la nostra salute e per quella dei nostri bambini). Esistono molte ricette altrettanto gustose che usano lo zucchero di canna.

Rispondi

Enrica luglio 15, 2014 alle 7:37 am

Concordo per l’uso dello zucchero semolato, meglio quello di canna integrale ma grezzo non cristallizzato che oltretutto è anche aromatico. Aggiungo anche che la farina 00 è altamente nociva oltre a non contenere nulla perché la lavorazione l’ha impoverita del germe di grano, meglio farine alternative come riso, avena, grano saraceno etc….

Rispondi

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *