Ecco la bici che pulisce l’aria mentre si pedala

di Claudio Riccardi del 9 settembre 2013

Ogni giorno, in tutto il mondo, milioni di ciclisti a spasso per le vie trafficate dei centri cittadini sono costretti a respirare aria malsana e piena di agenti inquinanti. Gas di scarico, polveri sottili, detriti e sostanze tossiche di vario tipo, particelle invisibili quanto estremamente dannose entrano in circolo nell nostro organismo.

I più attenti provano ad arginare il problema indossando mascherine, ma si tratta di una barriera efficace solo in parte. Matt Hope, artista inglese di stanza a Pechino – metropoli tristemente nota per la pessima qualità dell’aria –  ha però pensato ad una soluzione più completa: trasformare la bicicletta in un circuito di filtraggio dell’aria.

SCOPRI ANCHE: Bubble dress, quando il vestito purifica l’aria

Si tratta di una vera e propria  “Breathing Bike” per cui pedalando si respira aria pulita. Il sistema di Hope è semplice e ingegnoso: grazie ad un bidone dei rifiuti dell’IKEA, una maschera da pilota di caccia militari e un casco, chi pedala è in grado di filtrare l’aria che respira grazie all’energia della pedalata. Questa infatti alimenta un generatore elettrico che pompa l’aria, una volta pulita, attraverso dei tubi collegati ad una mascherina.

C’è solo un piccolo ‘neo’ che limita la difusione della “Breathing Bike”. Poiché l’enrgia che una pedalata vigorosa può arrivare a generare fino a 5000 volt il cicilista,  se si trova sotto la pioggia, potrebbe essere fulminato…

Sullo stesso argomento, leggi anche: Ecco la classifica delle città più amiche della bici

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *