Ecor–NaturaSì, quando etica e biodinamica sono valori aziendali

di Rossella del 14 dicembre 2012

Ha appena festeggiato 25 anni di attività il gruppo italiano EcorNaturaSì, nato dalla fusione di due realtà italiane già consolidate nel campo della distribuzione dei prodotti bio: Ecor e della vendita al dettaglio, NaturaSì. E, caso raro nel suo genere, il gruppo rappresenta  il fare impresa  – e bene – nel biologico, pur essendo una Fondazione.

Noi di TuttoGreen l’abbiamo visitata. E vogliamo condividere con voi le impressioni che ne abbiamo ricavato.

Con un occhio all’aiuto di persone svantaggiate e uno alla diffusione della cultura biodinamica, Ecor-NaturaSì è a suo modo un caso da manuale nel mercato del biologico italiano, che dà speranza nella nostra capacità di crescere in un momento difficile ed in un comparto ‘di nicchia’, quello della distribuzione e vendita al dettaglio – in supermercati a marchio NaturaSì e in negozi specializzati – di prodotti sia alimentari che per la cura del corpo e della persona, tutti naturali, biologici e solidali.

SCOPRI IL: Mercato del biologico in Italia: gli attori principali

Anzi, Ecor–NaturaSì ha fatto e sta facendo di più. Propone una selezione di alimenti che derivano da metodi di coltivazione biodamica, in fattorie sia di proprietà che affiliate, cercando di pagare il giusto e l’equo agli agricoltori invece di proporre compensi al ribasso che in agricoltura sono la norma. In effetti il mercato delle materie prime alimentari è in mano anche in Italia a poche grandi aziende che si possono permettersi di ‘strapazzare’ gli agricoltori dettando condizioni svantaggiose per loro ma altamente vantaggiose perle aziende stesse.

VEDI ANCHE: Negli USA poche multinazionali monopolizzano il mercato alimentare ed i contadini subiscono

Ecor-NaturaSì si sforza di uscire dal coro, riconoscendo un valore maggiore ma giusto ai prodotti bio che acquista da aziende agricole spesso a sola conduzione familiare, sforzandosi di eseguire il minor numero di manipolazioni possibili sui prodotti e senza l’aiuto della chimica.

Mettiamoci poi, che la resa delle coltivazioni biologiche e biodinamiche è certamente inferiore rispetto all’agricoltura, diciamo, ‘industriale’ sebbene abbia una filiera molto più corta e controllata, per capire come questo comporti uno sforzo economico non indifferente da parte di Ecor-NaturaSì, che certamente si riflette anche nel prezzo finale al consumatore.

GUARDA LE FOTO DI ECOR-NATURASI

Guarda le foto

Sotto la sua pelle imprenditoriale però atte un cuore ‘no profit’ e così che hanno preso avvio progetti di solidarietà prima agli stessi dipendenti, con azioni di microcredito aziendale, sostenuto da Banca Etica, in primo luogo a personale extra-comunitario, e poi la presa in carico di due fattorie biodinamiche destinate  a chiudere, San Michele a Manzana di Conegliano (in Veneto) con 65 ettari coltivazioni e allevamento di fede strettamente antroposofica a vocazione prettamente didattica, e la Fattoria Di Vaira di Petacciato (in Molise), dove i 500 ettari stanno piano piano convertendosi dall’agricoltura tradizionale a sito agricolo completamente biodinamico ed autosufficiente.

VAI A: La truffa del falso bio danneggia chi bio lo è davvero

Un ulteriore centro agricolo biodinamico che opera nell’orbita di Ecor-NaturaSì è’ Cascine Orsine’, a Bereguardo (in Lombardia). Qui, ben 650 ettari sono divisi tra coltivazioni e allevamento, producendo  formaggi e latte, cereali e miele, olio e carne, tutti rigorosamente bio.

Ma cos’ha di speciale quest’azienda? Una fede incredibile nell’alimentazione biologica e biodinamica, sana e naturale, e l’orgoglio di contribuire a migliorare la salute della terra e dell’ambiente.

Questa fede e questo orgoglio traspare da tutte le persone che lavorano in Ecor-NaturaSì, e si concretizza in opere e attività svolte spesso in prima persona, anche all’esterno dell’azienda, coinvolgendo la comunità e il territorio.

Curioso ma anche instruttivo il progetto sostenuto da alcuni dipendenti di Ecor-NaturaSì di finanziare, costruire e gestire su base volontaria, la scuola steinerianaNovalis’, a S.Vendemiano (TV), che pure è aperta senza distinzioni ai bambini di tutta la zona. L’intento di educare attraverso il metodo di Rudolf Steiner ha portato alla creazione di una costruzione eco-sostenibile e dalla forma organica dove i bambini dai 3 ai 13 anni hanno la possibilità di dispiegare al meglio le potenzialità che in nuce sono già contenute nelle loro piccole menti, ma sempre rispettando i tempi della loro evoluzione fisica ed interiore.

LO SAPEVI CHE NEGLI ALIMENTI: Il bio che viene da lontano non ti dà una mano!

Il rispetto per l’ambiente, l’equità nei confronti degli agricoltori, il sostegno all’agricoltura biologica e biodinamica e alla pedagogia steineriana sono quindi gli aspetti che maggiormente contraddistinguono la missione di Ecor NaturaSì.

Questi valori, uniti a prodotti di alta qualità, cercando sempre di trovare il minino impatto ambientale possibile, e all’attenzione ai risvolti etici del proprio lavoro, fanno di Ecor-NaturaSì un importante esempio di azienda italiana da studiare e diffondere come modello e da ‘esibire’ nel mondo, soprattutto in un momento come questo, in cui il modello imprenditoriale italiano, complice una crisi che sembra non avere mai fine,non è in grande spolvero.

GUARDA LE FOTO DI ECOR-NATURASI

Guarda le foto


{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *