Elettrosmog: a Milano 23 casi di tumore in un solo condominio vicina al traliccio

di Luca Scialò del 6 novembre 2013

In un quartiere al confine tra Milano e il comune di Sesto San Giovanni, precisamente in via Sottocorno, si muore di tumore: ben 36 casi accertati distribuiti tra circa 150 famiglie e due condominii.

La causa? I tralicci dell’elettrodotto piantati nel prato antistante a venti metri in linea d’aria dagli edifici. E come non bastasse, all’ombra dei tralicci c’è un orto dove si coltivano cavoli, insalata, patate. Tutti prodotti che crescono proprio sotto i piloni.

VAI A: Ad est di Milano c’è gas naturale? E dopo anni si ricomincia a cercare…

Il calcolo è diviso tra due civici ben precisi. In uno la tragica contabilità parla di 23 persone ammalate. Di queste 7 hanno un tumore al cervello, alle altre 9, invece, hanno diagnosticato il cancro al pancreas. E poi ci sono i casi di leucemia.

E non solo di malattie mortali si tratta: anche sintomi quotidiani come mal di testa e stanchezza, risentiti anche dai bambini.

E’ nata anche un’apposito gruppo: l’Associazione di via Sottocorno, che nel tempo ha raccolto diverse testimonianze, mettendo in fila cifre e tipologia. I numeri sono ben oltre la media. Per capirci, tra i casi di tumore conclamato, 19 si sono verificati negli ultimi 5 anni.

LEGGI ANCHE: Milano al top per inquinamento ambientale da farmaci

I tecnici dell’Arpa sono andati pure sul posto, ma solo per constatare che i limiti spaziali dei tralicci sono rispettati. Mentre l’Asl non si è mai vista, sostenendo che sulla carta sono troppe le ipotetiche cause dei tumori, dato che per decenni lì sorgevano varie industrie che hanno lasciato nell’aria molte sostanze tossiche (sic!). Dunque, a detta dell’Ente, i casi di tumore non sarebbero riconducibili esclusivamente ai tralicci.

Non c’è limite alllo scaricabarile…

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *