F12, il laboratorio per le elettriche del futuro di Audi

di Claudio Riccardi del 19 gennaio 2013

Ci sono voluti tre anni, ed ora ecco che dalla Germania arriva il prototipo dell’auto elettrica del futuro. Economica, amica dell’ambiente, ma anche sportiva. Si chiama F12 il risultato partorito dal progetto “E-Performance”, che insieme al costruttore Audi ha coinvolto Bosch, il governo tedesco, e un pool di università tedesche. Un investimento importante, 36 milioni di euro, per il più grande progetto interdisciplinare mai realizzato in Germania nel campo dei veicoli a corrente continua.

In sostanza parliamo di una piattaforma modulare per veicoli elettrici, ibridi e ibridi plug-in, adattabile a diversi tipi di scocche e carrozzerie. Presentata al recente Salone di Parigi, la F12 ha tratti molto simili alla filante R8, ma la somiglianza si limita solo all’aspetto estetico. Sotto la veste si nasconde una creatura tutta nuova, tecnologica se non addirittura rivoluzionaria per molti aspetti.

FOCUS: Audi E-Tron Spyder: la spyder ibrida diesel ed elettrica per sognare

La spinta è affidata a tre motori elettrici, ciascuno indipendente dall’altro, con la possibilità di funzionare in modo diverso a seconda delle condizioni di marcia:  a basse velocità si attiva solo il motore sincrono nell’asse anteriore, i motori collegati alle ruote posteriori entrano in gioco invece alle alte velocità, unitamente alla trazione integrale. Nel complesso la F12 genera una potenza di 204 CV e 550 Nm di coppia, a garantire la necessaria alimentazione provvedono invece due blocchi separati di batterie, ognuno costituito da 200 macrocelle e dalla capacità complessiva di 38 kWh.

Innovativo il sistema ad alto voltaggio delle batterie, capace di adeguarsi alle prestazioni di guida. E’ ingrado di lavorare a 200 come a 440 volts, e gestisce anche una specifica pompa di calore, utile per regolare il clima nell’abitacolo. Quattro pulsanti nel tunnel dell’abitacolo permettono di selezionare le modalità di guida di base (Park, Reverse, Neutral and Drive), mentre il controllo delle altre funzioni è demandato a un tablet nella consolle centrale. Il device è removibile, e permette di avere sempre sotto controllo lo stato della vettura.

La sperimentazione ha prodotto molte soluzioni interessanti, alcune troveranno applicazione pratica nelle future produzioni Audi.

SPECIALE: il listino delle auto elettriche in commercio di TuttoGreen

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *