Follie da riciclo creativo: un edificio interamente fatto di cartoni del latte

di Claudio Riccardi del 28 febbraio 2013

In occasione della recente Giornata Mondiale del Riciclo, a Granada, in Spagna, hanno pensato di tradurre in opera un’idea interessante, apparentemente folle: realizzare un padiglione con i cartoni del latte, normalmente destinati al sacco della spazzatura, ma in questo caso riciclati.

Guarda le foto

Ben 45.000 “mattonelle” in tetrapak, incastrate una sopra l’altra come in un grande gioco delle costruzioni, hanno dato forma a una struttura lunga 30 metri, alta 7 e larga 15. Un padiglione a mò di labirinto, composto da due parti principali indipendenti, un muro con reticolo variante per lasciare entrare la luce e una torre in funzione di elemento dominante.

Il progetto è stato voluto dal Dipartimento dell’Ambiente del Governo di Granada in collaborazione con una locale società di rifiuti, e sviluppato su carta da uno studio di architettura . La “manovalanza” e un pizzico di creatività ce l’hanno messa invece gli studenti di oltre 100 scuole della provincia andalusa, che con grande partecipazione hanno messo insieme i pezzi del mosaico.

GUARDA TUTTE LE FOTO: Il palazzo in Tetrapak a Granada

Per la sua straordinarietà è entrato di diritto nel guinness dei primati, grazie a un artificio costruttivo: dei morsetti che collegano i cartoni con un angolo di 135°, inoltre il tetrapack è il solo materiale dall’imballaggio doppiato separabile con facilità attraverso processi standard negli impianti di riciclo.

SPECIALE: scopri cosa puoi fare col tetrapak con le guide al riciclo creativo

La particolarità di questo mosaico spagnolo è che si può tranquillamente smontare e conferire a un centro di riciclo.

L’obiettivo era spiegare alle istituzioni ed enti le potenzialità del riciclo di un materiale, il tetrapak, estremamente diffuso ma non ancora inserito appieno in una logica di riutilizzo.

Clicca sull'immagine per vedere le altre foto

Forse ti potrebbe interessare anche:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *