Forni solari per cuocere tortillas!

di Claudio Riccardi del 18 marzo 2013

L’energia solare può essere utilizzata per scopi sempre più disparati, come alimentare forno, griglia e altre attrezzature da cucina. A El Sauz, centro a 180 chilometri da Città del Messico, il genio e le conoscenze di un imprenditore tedesco hanno permesso di ottenere lo strabiliante risultato.

Il segreto sta in un innovato impianto solare, costituito da pannelli circolari – di superficie variabile tra 10 e 16 metri quadrati –  che grazie a un sofisticato sensore ruotano seguendo il movimento del sole. Il calore immagazzinato dai collettori, fino a 1.020 gradi Celsius, alimenta attrezzature da cucina (fornello, griglia, forno) opportunamente collegate.

Il tutto senza bisogno di elettricità, gas o combustibili fossili. Con un impianto si possono soddisfare le esigenze di 60 persone, e risparmiare fino a 60 litri di gas ogni mese.

FOCUS: Studenti delle superiori provano come funziona il forno solare

La tecnologia porta il nome di uno studioso austriaco, tale Wolfgang Scheffler, ed è stata opportunamente modificata da Gregor Schappers, che nel 2003 si è trasferito in Messico per tradurre l’intuizione nel progetto Trinysol. Lanciato tra la popolazione locale, Trinysol ha in breve tempo spazzato via scetticismo e diffidenza, convincendo con i risultati.

LO SAPETE? Come fare il pane cotto al sole

E proponendo un prezzo d’accesso non impossibile: tra i 4 e i 5 mila dollari, per ciascun impianto. Spesa destinata a scendere nel tempo, e rapidamente ammortizzabile.

Nel frattempo Schappers guarda avanti, a nuove possibili applicazioni dello schema: ristoranti, serre, produzione di miele. Il tutto a partire dalla luce del sole, una risorsa dalle potenzialità ancora tutte da scoprire.

Leggi anche:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *