Galapagos a rischio di disastro ambientale

di Erika Facciolla del 7 giugno 2014

Le isole Galapagos a rischio di disastro ambientale. Ed è una corsa contro il tempo quella ingaggiata dalle autorità ecuadoriane per evitare quello che potrebbe trasformarsi in un vero e proprio disastro ecologico a danno di uno degli ecosistemi più preziosi e fragili del Pianeta.

Dal 9 maggio scorso, infatti, una nave cargo è incagliata sui fondali della baia del porto Baquerizo Moreno, di fronte all’isola di San Cristobal, e il rischio che tonnellate di greggio finiscano in mare cresce di ora in ora.

Scopri i… peggiori disastri ambientali della storia

Una minaccia incombente su un patrimonio naturale di inestimabile valore che rischia di consumarsi all’interno della Galapaface, la zona protetta dell’arcipelago più famoso del Mondo per la fauna unica e le bellezze naturalistiche di straordinaria importanza ospitate al suo interno.

Per questo motivo il Governo dell’Ecuador ha dichiarato lo stato di emergenza ambientale mentre il Ministro per l’Ambiente ha firmato un decreto che permette l’adozione di tutte le misure e strategie attuabili per mitigare l’impatto ecologico derivante da questo incidente.

Per approfondire l’argoemnto: L’incidente della Costa Concordia: anche un disastro ambientale?

Se il moto ondoso dovesse aumentare improvvisamente e la nave finisse sugli scogli, l’impatto potrebbe provocare la fuoriuscita di 60.000 litri di carburante, oltre a olii, detergenti chimici e altre sostanze inquinanti.

Le autorità del Parco nazionale delle Galapagos, in collaborazione con il Ministro dell’Ambiente dell’Ecuador, stanno lavorando alacremente per mettere in sicurezza lo scafo ed evitare pericolosi sversamenti. La speranza è che l’alta marea arrivi presto per poter rimorchiare la nave e trascinarla a largo già nei prossimi giorni. Nonostante le preoccupazioni, gli esperti si dicono ottimisti sul buon esito dell’operazione e già buona parte del diesel è stato evacuato dopo l’incagliamento della nave.

Leggi anche: Galapagos: un paradiso naturalistico unico (video)

Non è la prima volta che l’arcipelago delle Galapagos, già dichiarato Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’Unesco, rischia la catastrofe ambientale per colpa dell’Uomo. Nel 2001 la petroliera americana ‘Jessica’ si arenò nello stesso porto, a San Cristobal, in una zona popolata dal migliaia di leoni marini e gabbiani e riversò in mare un ingente quantitativo di greggio: le conseguenze ambientali di quell’incidente sono ancora in parte ignote.

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *