Gatto Thai: aspetto, carattere e cura

di La Ica del 16 marzo 2017

Molto simile al siamese, con cui condivide il corredo genetico, il gatto Thai sembrerebbe essere il più antico della Storia. Caratterizzato da corpo muscoloso e occhi ‘a limone’, è il tipico micio d’appartamento.

Il gatto Thai, come dice il nome, è originario della Thailandia, ed è una delle razze più antiche mai conosciute. Sembra infatti sia stato importato in Europa nel 1870.

I primi esemplari non avevano nulla a che vedere con il siamese classico conosciuto oggi. Il gatto Thai aveva infatti il corpo più robusto, sgraziato, meno ‘estremo’.

L’amore per la razza portò molti allevatori ad una selezione selvaggia che causò, intorno agli anni Cinquanta, la quasi totale scomparsa dell’autentico gatto siamese.

La razza Thai venne riconosciuta ufficialmente solo nel 1990.

Gatto Thai aspetto

Questo gatto, antesignano del siamese ‘moderno’, è robusto, muscoloso ma non tarchiato. Le zampe sono arrotondate e la coda, affusolata, e presenta la parte finale puntuta. La testa ha forma triangolare ma con contorni arrotondati. Così come il muso, caratterizzato da mandibola forte.

gatto thai

Il gatto siamese tradizionale o gatto Thai ha gli occhi blu e a ‘forma di limone’, cioè allungati ma grandi

Gli occhi sono allungati ma grandi, come le orecchie: di medie dimensioni, appuntite e ben distanziate. Il pelo, corto e setoso, non presenta sottopelo. Il profilo appare leggermente concavo presso la curva degli occhi, che possono essere solo di un bel blu acceso.

Leggi tutto sulle altre razze feline di origine orientale:

Il mantello, lucido, si contraddistingue per un’ampia varietà di colourpoint che vanno dal seal, il più tradizionale, cioè focato, che unisce il crema del resto del corpo al marrone scuro di mascherina, orecchie, zampe, coda e testicoli, al chocolate. Sono ammesse anche le varianti tabby e tortie (tartarugato), purché non sia presente il bianco.

thai cat tortie

I colori del mantello del gatto Thai sono moltissimi, purché colourpoint e prive di bianco. Tra queste c’è anche il tortie, il tartarugato

Molti sono i difetti della razza tradizionale, tra cui citiamo strabismo, polidattilia, coda mozzata e problemi mandibolari. Non è infrequente anche trovare gatti con marcature, strisce o peli più chiari sul mantello.

Potrebbe piacerti qualcosa dedicato al Thai:

Gatto Thai carattere

Questo gatto ama la vita d’appartamento, infatti lega molto con adulti e bambini. È dolce, fedele, affettuoso, ma non disdegna giochi e passeggiate al guinzaglio o in auto senza trasportino.

Apprende facilmente piccole istruzioni, infatti adora giocare con la palla e afferrare piccoli oggetti. È intelligente ed espansivo, manifesta il suo affetto ponendosi in grembo, attorno al collo o sulle spalle.

gatti-siamesi-thai

Il gatto Thai non disdegna passeggiare al guinzaglio. Se abituato, riuscirà a poco a poco anche ad uscire in autonomia in zona sicure e tranquille

Gatto Thai cura

Il mantello necessita di essere sistemato 1-2 volte la settimana con una spazzola a setole morbide. Il pettine metallico a denti fitti potrà contribuire alla pulizia del pelo. Per mantenerglielo lucido, potete utilizzare una pelle di daino o velluto.

Per quanto riguarda l’alimentazione, mangia di tutto, dalle verdure alle uova, ma è particolarmente ghiotto di pesci quali tonno e salmone. Può assumere indifferentemente cibo confezionato e preparato in casa, l’importante è che la sua dieta sia varia.

In Italia è possibile trovare allevamenti di gatto Siamese tradizionale. I costi si aggirano intorno ai 700-1.000 euro per esemplare.

Ti potrebbero interessare anche:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *