Per la Germania la nuova frontiera dell’energia pulita potrebbero essere le… miniere di carbone!

di Alessia del 21 maggio 2014

La Germania è da tempo in corsa per raggiungere il traguardo ambizioso di ottenere entro il 2050 almeno l’80% della propria energia pulita. Tuttavia circa la metà dell’attuale produzione è legata alle miniere di carbone, nello specifico le miniere di lignite, un carbone molto più sporco di quello comune.

LEGGI ANCHE: Perché la Germania vuole le rinnovabili ad ogni costo

Andre Niemann, professore di ingegneria presso l’Università di Duisburg-Essen, è convinto di aver trovato una soluzione per coniugare rinnovabili e miniere di carbone.

Uno dei limiti più evidenti dell’energia pulita è l’impossibilità di fronteggiare situazioni in cui le risorse naturali scarseggiano: pensiamo al funzionamento di pannelli solari in una giornata nuvolosa o ad un impianto eolico in una giornata senza vento.

Come si potrebbe ovviare a questi vincoli? Secondo Niemann  si potrebbero riconvertire le gallerie delle miniere per lo stoccaggio dell’acqua. In particolare l’ingegnere punta alla miniera di Bergwerk Prosper Haniel, situata a circa un’ora di distanza dalla città di Colonia.

Questa sede continuerà a produrre 4 milioni di tonnellate di carbone all’anno fino alla sua chiusura, prevista per il 2018. Il suo progetto consiste nel rivestire le pareti delle gallerie con del calcestruzzo e riempire i tunnel con almeno 35 milioni di metri cubi di acqua, un volume pari a quello dell’Empire State Building.

Attraverso un sistema di pompaggio si andrebbe ad utilizzare l’energia in eccesso prodotta dalle fonti rinnovabili per pompare l’acqua dalle gallerie verso un serbatoio esterno. 

Per recuperare l’energia in seguito, l’acqua verrebbe scaricata di nuovo nella miniera sfruttando solo la forza di gravità.  E’ come se l’intero sistema fosse un’enorme batteria idraulica, come avviene in sostanza nelle centrali idroelettriche. Le turbine potrebbero produrre elettricità per circa 410 abitazioni.

SCOPRI: Energia pulita dal carbone, uno studio della Ohio University svela come sia possibile

Attualmente sistemi idraulici simili sono stati già sperimentati negli Stati Uniti e in altre zone della Germania, ma l’idea di sfruttare come sede dell’impianto una vecchia miniera di carbone è del tutto nuova.

In realtà un progetto di tale portata potrebbe essere applicato a qualsiasi struttura in disuso, dando nuova vita ad edifici e sedi spesso lasciati in completo abbandono.

Che la nuova frontiera dell’energia pulita passi dalle miniere di carbone?

Se ti interessa, leggi anche:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *