I ghiacci dell’Antartide si sciolgono sempre più velocemente

di Erika Facciolla del 29 maggio 2013

Implacabile e irreversibile, scandito a un ritmo ancora più veloce di quello previsto dagli esperti: lo scioglimento dei ghiacciai dell’Antartide Occidentale preoccupa i ricercatori americani che attraverso le pagine del Nature Geoscience lanciano un allarme ancora più preoccupante dei precedenti.

Secondo gli ultimi studi, infatti, il West Antarctic Ice Sheet (Wais, la porzione più occidentale al di là dei monti transantartici) sarebbe oggetto di un surriscaldamento particolarmente accentuato durante le stagioni estive che provocherebbe uno scioglimento dei ghiacci molto più rapido di quello ipotizzato finora.

SPECIALE: L’Artico è pieno di plastica e rifiuti

Tra il 1958 e il 2010, l’aumento delle temperature è stato di 2,4 C° in media all’anno, anche se gli autori dello studio non ritengono che tale fenomeno sia necessariamente ricollegabile alla sola attività umana.

A influire in maniera preponderante, sarebbero i cambiamenti climatici in corso sul Pacifico, dunque osservabili dall’atmosfera e non solo dal livello degli oceani.

FOCUS: Per chi non crede allo scioglimento dei ghiacci, ecco questo video!

Come ha sottolineato il responsabile della ricerca, David Bromwich, tutto questo significa che ‘il Wais non solo si scioglierà dal fondo come sapevamo fino a oggi, ma che in futuro probabilmente lo farà anche dall’alto’ ma per stabilire se le cause di tale fenomeno siano naturali o antropomorfe occorreranno studi più approfonditi”.

LEGGI ANCHE:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *