Ginseng proprietà: la guida per scoprire tutti i benefici del ginseng

di Maura Lugano del 14 maggio 2016

Scopriamo insieme la guida a tutte le proprietà ed ai benefici del Ginseng senza però trascurarne le controindicazioni e gli effetti collaterali.

Sono numerose le proprietà del ginseng, pianta medicamentosa originaria dell’Asia Orientale e del Nord America i cui benefici effetti sono conosciute da secoli soprattutto nei Paesi orientali, suo luogo di origine. Il suo nome scientifico è Panax Ginseng e appartiene alla famiglia delle Araliacee.

Da sottolineare che la parola panax ricorda inevitabilmente la parola “panacea“, la famosa cura per tutti i mali.

Il  ginseng (panax ginseng) è una pianta erbacea perenne dalle modeste dimensioni  (30-80 cm)  che è caratterizzata da foglie dal colore verde intenso dentate e sottili,  da fiori giallognoli e  da frutti rosso-violacei lucidissimi grandi come piselli.

Come anticipavo gli vengono attribuite capacità curative, energetiche e rivitalizzanti fin dall’antichità.

Ginseng Proprietà

Ginseng Proprietà: sono tante le proprietà del ginseng e delle erbe tradizionali cinesi

Ginseng proprietà: la storia del Ginseng e le sue origini

L’etimologia del suo nome, del resto, è la prova più lampante della capacità curativa che da tempi immemori gli viene attribuita: la parola panax, infatti, deriva dal greco pan tutto e akèia cura, lo stesso termine da cui deriva la parola italiana ‘panacea’, ossia il classico rimedio di tutti i mali

Il termine ginseng, invece, proviene dal cinese rènshēn, che significa letteralmente ‘pianta dell’Uomo’, proprio per la forma umana delle sue radici. E’ per questo motivo che sono utilizzate dagli artigiani cinesi per produrre oggetti che assomigliano al corpo umano, agli arti, alla testa, una tradizione che dura da millenni e che negli ultimi tempi ha dato vita ad un business di tutto rispetto.

Scopri anche: i 10 super alimenti naturali e le Energy balls,  come preparare le palline energetiche crude e vegane

La medicina cinese lo annovera tra gli elisir di giovinezza per le sue tante virtù terapeutiche, ma la conoscenza di questa pianta risale ad epoche ancora più remote e nei più antichi trattati di medicina dell’inizio dell’era cristiana.

Il ginseng più pregiato è coltivato in Cina, Giappone, Vietnam e Corea, mentre si hanno coltivazioni anche nei paesi occidentali, specie in Nord America.

Ovunque venga coltivato, comunque, si caratterizza per è il fatto di adattarsi ai climi e ai terreni di montagna: le coltivazioni si trovano nelle aree tra i 700 e i 1500 metri di altitudine.

Scopri anche le proprietà di queste piante:

Ginseng proprietà: tutti i benefici

Le innumerevoli virtù e proprietà derivano dal complesso vitaminico, dagli oli essenziali e dai polisaccaridi contenuti nelle sue radici, che favoriscono la capacità dell’organismo di resistere allo stress, rafforzando il sistema immunitario e nervoso e migliorando le performance fisiche e mentali quando ce n’è più bisogno.

Oltre che tonificante naturale portentoso,  aiuta il rilascio di ACTH, un ormone che facilita la liberazione di cortisolo, detto anche ‘ormone dello stress’, che a sua volta stimola e migliora le difese immunitarie.

Le proprietà curative del ginseng sono concentrate nella radice la cui particolarità davvero curiosa riguarda l’aspetto esteriore che è antropomorfo, molto spesso, infatti, le radici tendono ad avere una forma simile al corpo umano in cui si distinguono i tratti fondamentali, il busto e gli arti.

La radice del ginseng contiene infatti i cosiddetti ginsenosidi che sono, dal punto di vista chimico delle saponine e in cui si concentrano i principi attivi e i suoi effetti benefici a livello tonico, ricostituente e stimolante.

La proprietà più nota del ginseng, come accennato, è quella di essere un efficace tonico per il corpo ma anche per la mente, infatti le sostanze concentrate nella radice agiscono sul sistema nervoso e aiutano a superare situazioni come surmenage intellettuale, stress emotivi, stati depressivi e, importante soprattutto per chi studia, aiuta a rinvigorire le facoltà di memorizzazione e la concentrazione intellettuale.

Questa radice è un tonico anche dal punto di vista fisico, per cui è utile anche a chi svolge lavori impegnativi e con ritmi pesanti. Ha anche proprietà adattogene, quindi aiuta il fisico ad adeguarsi ai cambiamenti soprattutto climatici e ambientali, stimola il sistema immunitario e previene l’invecchiamento perché combatte i radicali liberi.

L’estratto di ginseng ha anche proprietà ipoglicemizzanti che lo rendono un ottimo coadiuvante nella gestione del diabete mellito, e stimolanti poiché favorisce la riduzione dell’affaticamento mentale e fisico in tempi rapidissimi. E non finisce qui… Il ginseng è considerato anche un afrodisiaco naturale particolarmente adatto al risveglio dell’interesse sessuale negli uomini e al miglioramento delle performance.

erbe e spezie

Scopri tutte gli aliemnti e e spezie medicamentose

Potrebbe interessarti: Erbe antinfiammatorie naturali: proprietà e virtù

Molto interessanti anche per la medicina tradizionale, sono gli ultimi studi da cui sono emerse le sue proprietà antitumorali, oltre al suo positivo impiego nel trattamento dei malati di cancro. In quest’ultimo caso, infatti, il ginseng sembrerebbe utili ai malati di cancro per meglio tollerare i trattamenti chemioterapici che spesso sono molto spossanti.

erbe e spezie

Sono tante le proprietà del ginseng e di altre piante medicamentose e spezie

Importantissima scoperta è anche quella per cui  questa pianta rafforzerebbe l’efficacia di alcuni farmaci chemioterapici e ostacolerebbe quello che in medicina è chiamato multidrag resistance, cioè la capacità delle cellule tumorali di resistere progressivamente all’efficacia dei medicinali chemioterapici.

Come ingrediente aromatizzante, il ginseng è utilizzato inoltre in una grande varietà di bevande energetiche e pietanze, come caffè, biscotti, torte, muffin, primi piatti, vino, e perfino nel latte per aiutare a combattere problemi neurovegetativi in pazienti anziani. Per terapie specifiche, l’estratto di ginseng può essere assunto sottoforma di estratto molle (30-40 mg), compresse o capsule (2 al giorno), tintura madre (30 gc) preferibilmente prima di metà pomeriggio, per evitare l’insonnia.

Ginseng proprietà: le controindicazioni e gli effetti collaterali

E’ anche bene sapere che l’assunzione è sconsigliata in caso di tachicardia, ipertensione e ansia e insonnia, così come durante la gravidanza e l’allattamento.

La nostra guida su come… coltivare (e raccogliere) le erbe aromatiche e le piante selvatiche

In associazione ai trattamenti antitumorali rafforza l’efficacia di questi ultimi, contrasta la formazione di metastasi, contrasta la recidiva tumorale, le nausee e perdite di peso ed è protettivo per il fegato e i reni.

Ginseng: dove trovarlo online

Scopri anche le proprietà di questi frutti energizzanti e sostanze naturali:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *