Green Celebrity: Pamela Anderson

di Erika Facciolla del 11 gennaio 2013

Tutti noi la ricordiamo in versione ‘bagnina’ con indosso lo sgambatissimo e provocante costume rosso che negli anni Novanta ha appassionato il pubblico maschile alla serie televisiva ‘Baywatch’, ma forse pochi sanno che Pamela Anderson è un’ instancabile paladina dei diritti degli animali.

Sono anni, infatti, che la prorompente bionda è diventata una vegana convinta, membro attivo dell’organizzazione PETA e protagonista di svariate cause a favore degli animali, che l’hanno vista al centro di campagne di sensibilizzazione in giro per il mondo.

LO SAPEVI CHE.. Alcuni VIP ambientalisti che predicano bene e razzolano male!

La sua coscienza ambientalista risale al periodo adolescenziale, quando vide suo padre ‘pulire’ un animale ucciso durante una battuta di caccia. Da allora la Anderson decise di abbracciare la dieta vegetariana e, negli anni successivi, quella vegan.

Come testimonial della PETA, una delle più importanti campagne animaliste alle quali la Anderson ha partecipato (e continua a battersi) è quella contro l’uso delle pellicce. Proprio per il suo strenuo impegno a favore della causa, nel 1999 l’attrice è stata premiata con il prestigioso ‘Linda McCartney Memorial Award’.

SCOPRI LA: Nuova campagna PETA con i francobolli dei vegetariani illustri

Nel 2006 ha posato nuda con altri manifestanti nella vetrina di una boutique londinese di Stella McCartney durante un evento organizzato dalla PETA per la raccolta di fondi. E questo rappresenta solo uno dei tanti modi in cui la Anderson ha usato il suo corpo per mobilitare le coscienze e creare il giusto scalpore di cui tali azioni hanno talvolta bisogno, per guadagnarsi l’attenzione di media e politici di turno.

LEGGI ANCHE: Mickey Rourke e il canile in Romania

Leggendaria la sua battaglia in difesa dei polli, condotta contro la Kentucky Fried Chicken. La bella attrice canadese ha dichiarato in quell’occasione che l’uccisione di 750 milioni di polli all’anno rappresenta un atto incivile e inaccettabile. Come se non bastasse, la star ha aderito ad una mobilitazione organizzata in Canada per protestare contro l’uccisione delle foche, con tanto di petizione e richiesta (negata) di discutere la questione con il Primo Ministro.

L’elenco delle battaglie combattute da Pamela Anderson si arricchisce giorno dopo giorno e dimostra la coerenza di una donna che, nonostante l’aspetto e la sua fama di attrice non proprio ‘impegnata’, non ha mai smesso di credere e lottare per i suoi ideali.

VAI A: Quali sono le celebritiy vegane

 

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *